‘Gagarine’: guarda la clip esclusiva di uno degli esordi più sorprendenti degli ultimi anni | Rolling Stone Italia
Home Cinema Anteprime Cinema

‘Gagarine’: guarda la clip esclusiva di uno degli esordi più sorprendenti degli ultimi anni

Diretto da Fanny Liatard e Jerémy Trouilh e applaudito ad Alice nella Città 2020, arriva finalmente nelle sale italiane il 19 maggio

In esclusiva per Rolling Stone, una clip esclusiva di Gagarine – Proteggi ciò che ami, uno degli esordi più sorprendenti degli ultimi anni, presentato in Italia ad Alice nella Città 2020 e finalmente in arrivo nelle sale italiane il 19 maggio distribuito da Officine Ubu.

Diretto dai francesi Fanny Liatard e Jérémy Trouilh, il film è stato girato tra gli appartamenti e i cortili dell’enorme complesso residenziale di alloggi popolari Cité Gagarine, in collaborazione con i suoi residenti, poco prima della sua demolizione avvenuta nel 2019.

Ispirato da questo fatto reale di cronaca, il racconto di Gagarine prende vita proprio nella banlieue a sud di Parigi, dove sorge l’omonimo complesso in mattoni rossi Cité Gagarine, un tempo simbolo di modernità e progresso, ma che ora sta per essere demolito dopo anni di degrado e abbandono. Tra le 370 famiglie in attesa di essere assegnate ad altre abitazioni c’è chi è più pronto di altri a dire addio a un luogo così significativo, ma su tutti è il sedicenne Youri, che lì è cresciuto, a non volersi rassegnare. Mentre gli appartamenti attorno a lui si svuotano e i cantieri e gli operai si moltiplicano, il ragazzo che porta il nome del primo uomo nello spazio (e che negli anni Sessanta inaugurò il progetto abitativo che porta il suo nome) mette il suo talento ingegneristico e una fantasia “cosmica” al servizio di un sogno: salvare Cité Gagarine.

Giovani attori dai volti perfetti (la protagonista femminile è Lyna Khoudri, vista anche accanto a Timothée Chalamet in uno degli episodi di The French Dispatch di Wes Anderson), un registro sospeso tra reale e sci-fi che rende ancora più trascinante questa storia di coming of age, e un finale che (letteralmente) vola: un film da non perdere.

Altre notizie su:  Gagarine