Home Cinema News Cinema

‘Fast & Furious 9’ rinviato di un anno per l’emergenza coronavirus

Era atteso per la fine di maggio, arriverà nelle sale nella primavera del 2021

Anche Fast & Furious 9 – The Fast Saga finisce nella lista dei titoli rinviati a causa dell’emergenza coronavirus. Ed è il blockbuster che opera la scelta più drastica, tra quelle prese da “colleghi” più o meno colossali: rimandare l’uscita di ben un anno. Il film era infatti atteso a maggio (nelle sale italiane il 21, per la precisione), e invece uscirà nell’aprile del 2021. Per ora è stata confermata solo la data americana: 2 aprile.

È stato il protagonista Vin Diesel a dare l’annuncio via social: «Sentiamo tutto l’amore e l’attesa che accompagnano il prossimo capitolo della nostra saga. Per questo è difficile comunicarvi questa notizia. Ma è chiaro che non sarà possibile far vedere il nostro film a maggio ai tantissimi fan che ha raccolto in tutto il mondo. Questa scelta è stata fatta per garantire la sicurezza di tutti».

La decisione di Universal di posticipare l’uscita di F9, questo il sinteticissimo titolo originale, dipende ovviamente da ragioni economiche: il budget del film, come quello degli ultimi episodi della saga, supera i 200 milioni di dollari, e i precedenti capitoli hanno dimostrato che il 75% degli incassi è garantito dai mercati extra-statunitensi. Al momento sono chiuse le sale in Italia, Corea del Sud e (soprattutto) Cina, e la rapidità di diffusione del virus non lascia presagire scenari migliori nei prossimi mesi su scala globale. Gli studios di Hollywood sembrano a poco a poco prendere atto del fatto che questo, per loro, sarà un annus horribilis.

Altre notizie su:  Fast & Furious 9