Home Cinema News Cinema

Ewan McGregor sarà Danny Torrance adulto nel sequel di ‘Shining’

Pare che Stephen King abbia dato la sua benedizione alla scelta di casting per 'Doctor Sleep'.

Ewan McGregor interpreterà Danny Torrance dell’adattamento del romanzo di Stephen King Doctor Sleep, che – tradotto per i profani – è il seguito dell’horror cult Shining. La notizia arriva in esclusiva da Variety.

E pare anche che papà Stephen abbia già dato la benedizione alla scelta di casting di McGregor. La regia è di Mike Flanagan, che aveva già diretto per Netflix un altro adattamento di King, Gerald’s Game.

La Warner Bros. stava sviluppando da tempo questo progetto, così come il prequel di Shining, Overlook Hotel. E il successo di It ha velocizzato la fase di pre-produzione.

Doctor Sleep inizia con Danny perseguitato dalle visioni provocate dallo shining, la luccicanza, il dono maledetto con il quale è nato, e dai fantasmi dei vecchi ospiti dell’Overlook Hotel. È diventato un riflesso del padre omicida, con una rabbia persistente e un problema di alcol che attenua il suo dolore ma anche le sue abilità. Almeno finché riesce a mettere radici in una piccola città del New Hampshire, dove trova un gruppo di amici in grado di aiutarlo e un lavoro nell’ospizio in cui quel che resta della sua luccicanza regala agli anziani pazienti l’indispensabile conforto finale. Aiutato da un gatto capace di prevedere il futuro, Torrance diventa Doctor Sleep, il Dottor Sonno. Poi Dan incontra l’evanescente Abra Stone, il cui incredibile dono, la luccicanza più abbagliante di tutti i tempi, riporta in vita i demoni del passato e lo spinge a ingaggiare una battaglia per salvare la ragazzina. Sulle superstrade d’America, infatti, i membri del Vero Nodo viaggiano in cerca di cibo. Hanno un aspetto inoffensivo: non più giovani, indossano abiti dimessi e sono perennemente in viaggio sui loro camper scassati. Ma come intuisce Dan Torrance, e come imparerà presto a sue spese la piccola Abra, si tratta in realtà di esseri quasi immortali che si nutrono proprio del calore dello shining.

Leggi anche