Ewan McGregor racconta il ritorno di Winnie The Pooh

Christopher Robin è diventato adulto e lo stress per un lavoro e una famiglia ha preso il posto della fantasia, ma l'incontro con un vecchio amico cambierà tutto.

Christopher Robin è diventato adulto. I ricordi delle avventure con i suoi amici di pezza sono ormai alle spalle, così come alle spalle è il Bosco dei Cento Acri, rimpiazzato da una Londra di metà ‘900. Un lavoro stressante e la responsabilità di una famiglia hanno preso il posto dello stupore e della fantasia dell’infanzia, ma prima o poi il passato ritorna.

Un incontro inaspettato riporta Christopher Robin nel Bosco dei Cento Acri dove ritroverà i suoi vecchi amici capitanati da Winnie the Pooh insieme ai ricordi, quando non fare nulla insieme al proprio migliore amico era considerata la cosa più bella. Quando torna a Londra per occuparsi dei problemi finanziari della società per cui lavora, Christopher si rende conto di aver perso alcuni importanti documenti che erano nella sua valigetta: a quel punto i suoi vecchi amici decidono che è arrivato il momento di aiutarlo.

Foto press


  
«Trasporre in un lungometraggio una storia semplice con il compito di trasmettere un messaggio positivo, può migliorare la propria vita”, ha raccontato il regista candidato al Golden Globe® Marc Forster parlando di Ritorno al Bosco dei 100 Acri, al cinema da giovedì 30 agosto. «Le cose più semplici della vita sono quelle che ci rendono più felici. In Ritorno al Bosco dei 100 Acri vediamo un uomo che ha perso di vista la propria umanità e che si ricorda della parte migliore di sé solo quando si riconnette con la sua infanzia, la fantasia e la capacità di stupirsi. Quando ritrova il suo spirito migliore la sua vita si arricchisce, si ricorda che le cose più semplici non devono essere trascurate o dimenticate».
 
Il film vede l’attore vincitore del Golden Globe e candidato all’Emmy Ewan McGregor nei panni di Christopher Robin; l’attrice candidata al Golden Globe Hayley Atwell nel ruolo di sua moglie Evelyn; Bronte Carmichael nella parte della figlia Madeline; mentre l’attore, candidato all’Emmy, Mark Gatiss è Giles Winslow, il capo di Robin.