Home Cinema News Cinema

Elliot Page: «Oggi finalmente esisto»

L’attore transgender di ‘Juno’ e ‘The Umbrella Academy’ a ‘Vanity Fair USA’: «Sto riappropriandomi di quello che sono davvero, ed è bellissimo». E presto arriverà un’intervista con Oprah Winfrey…

Elliot Page durante l’intervista con Oprah Winfrey

Foto: Apple TV+

In una nuova intervista a Vanity Fair USA, Elliot Page svela ancora più intimamente il percorso che l’ha portato ad abbracciare anche pubblicamente la sua vera identità e a fare coming out da persona transgender.

«La differenza maggiore è che adesso esisto per quello che sono», dichiara l’attore di Juno e The Umbrella Academy. «Per la prima volta nella mia vita sono in grado di essere me stesso e di essere produttivo, creativo. Sto semplificando troppo, ma sto davvero bene. Sento una grande differenza nel poter finalmente esistere giorno per giorno, minuto per minuto».

«Tutte le persone transessuali sono diverse, e la mia storia è solo e soltanto la mia storia», continua Page. «Ma sì, quand’ero un bambino ero già un maschio al 100%. Sapevo di esserlo fin da piccolissimo. Scrivevo delle lettere d’amore e le firmavo “Jason”. In ogni piccolo aspetto della mia vita sapevo chi ero, chi sono, e chi avrei voluto essere».

Gli ostacoli sono sempre stati “fuori”. «Non riuscivo a capire quando mi dicevano: “No, non sei un maschio, e non potrai esserlo quando sarai più grande”. Ora finalmente sto riappropriandomi di quello che sono davvero, ed è bellissimo, straordinario, e anche doloroso, in un certo senso».

Oggi anche in fatto di carriera Elliot si sente più libero. «Con il coming out è sorta un’esplosione di creatività, anche tra le persone accanto a me», racconta. «Con un amico abbiamo scritto la nostra prima sceneggiatura, e io sto lavorando a un altro progetto ancora, e sto producendo della musica con un altro amico. Ho molta più energia rispetto al tempo in cui mi sentivo a disagio, in cui controllavo costantemente il mio corpo, in cui non stavo bene. Quanto alla recitazione, non so ancora cosa succederà. Di sicuro mi sento più sicuro, presente, connesso alla verità del momento».

L’intervista a Vanity Fair anticipa quella registrata da Oprah Winfrey per Apple TV+. Qui un estratto:

Altre notizie su:  Elliot Page Oprah Winfrey