Home Cinema News Cinema

Ecco perché Cameron Diaz ha lasciato il cinema

In una diretta su YouTube, l'attrice ha anche ringraziato Gwyneth Paltrow per averla convinta a diventare mamma: «Sei stata al mio fianco tutto il tempo»

Cameron Diaz in una scena di 'In Her Shoes - Se fossi lei'

Nonostante sia una delle attrici più famose degli ultimi anni, Cameron Diaz non fa un film da 2014. Nel 2018 ha ufficializzato il suo ritiro e qualche ora fa ha parlato in una diretta con Gwyneth Paltrow dei motivi che l’hanno portata a lasciare il grande schermo: «Provo pace nell’anima, perché finalmente ho iniziato a prendermi cura di me stessa. È difficile da spiegare, so che molte persone non lo capiranno, probabilmente tu lo capisci, ma è stato molto intenso lavorare a quel livello ed esporsi così tanto pubblicamente. C’è molta energia che ti travolge in ogni momento quando sei così sotto i riflettori come attrice. Mi sentivo oppressa. Quando sei una star del cinema, la tua vita non è più tua. Quando fai un film…. ti possiedono. Sei sul set 12 ore al giorno per molti mesi. Non hai tempo per fare nient’altro. Ho capito di aver dato una parte della mia vita a quelle persone, se la sono presa. Dovevo riprendermela indietro e prendermi le mie responsabilità».

Durante la chiacchierata che trovate qui sopra, la Diaz ha ringraziato la Paltrow per averla convinta a diventare mamma: «Quando ne parlavamo io dicevo sempre: ‘Non avrò figli’. E tu rispondevi: ‘Sì, tu li avrai, ti stai per sposare e avrai figli’. Sei sempre stata al mio fianco tutto il tempo e mi ripetevi: ‘Devi farne, non capisci. Se non li farai te ne pentirai’. E alla fine ti ho dato ascolto perché non mi lasciavi in pace». E Gwyneth ha aggiunto: «Alcune donne non sono portate ad esserlo, ma era evidente che tu fossi nata per farlo».

Altre notizie su:  Cameron Diaz