Home Cinema News Cinema

E se David Bowie tornasse in Twin Peaks?

Le riprese della serie sono finite prima della morte del Duca. I fan sono convintissimi e raccolgono sempre più indizi

I fan di Twin Peaks un po’ esagerano. I primi forum dedicati a teorie, complotti e fantasie varie risalgono agli anni ’90 e sono moltissimi gli appassionati che hanno discusso dei significati e della simbologia dello show per i 25 anni successivi. Non vi sorprenderete, quindi, se vi dicessimo che in giro per il web c’è chi è davvero sicuro che David Bowie tornerà nei prossimi episodi della serie. La surreale apparizione della Log Lady nei primi due episodi del revival, poi, ha reso il tutto molto meno improbabile del previsto: Catherine Elizabeth Coulson, l’attrice che la interpretava, è morta nel 2015.

Ecco le informazioni essenziali: David Bowie ha interpretato l’agente dell’FBI Phillip Jeffries nel film prequel Fuoco Cammina con Me. Era il 1992. Il personaggio non è caduto nel nulla e sono molti i riferimenti a Jeffries nei primi due episodi del revival: Bob Cooper è convinto di parlare con l’agente tramite una radio e pensa la stessa cosa anche Albert, il personaggio interpretato da Miguel Ferrer. «Ho autorizzato Phillip a condividere alcune informazioni con Cooper», dice in una scena. «Phillip è fuori dal giro da anni!» risponde Gordon Cole, l’agente interpretato da David Lynch.

Le riprese del revival di Twin Peaks sono terminate prima della morte di Bowie, a gennaio 2016, e Harry Goaz, che interpreta Andy Brennan, ha dichiarato al Dallas Morning News che Bowie era sì atteso sul set, ma non si sarebbe mai presentato, forse a causa della malattia, forse per finire il suo album Blackstar.

Per ora è solo una teoria. Ma se Bowie dovesse apparire in uno dei prossimi episodi… Beh, noi ve l’avevamo detto.

Leggi anche