Home Cinema News Cinema

È scomparso Wes Craven, l’innovatore dell’horror

Il regista di "Nightmare" e "Scream" è morto dopo una battaglia con un tumore al cervello

Da sito wescraven.com

Wes Craven, il regista dietro una quantità di classici dell’horror come Nightmare, Le Colline Hanno gli Occhi e Scream, è morto ieri sera dopo una battaglia contro il cancro. Aveva 76 anni.

Craven è entrato nell’industria cinematografica dopo una breve esperienza come professore di inglese e studi umanistici. Il suo primo lavoro è stato quello di sound editor, ma il suo debutto nel ruolo di regista è stato con il film di stupro e vendetta del 1972 L’Ultima Casa a Sinistra. Nonostante il film, realizzato con un budget minuscolo, sia stato un successo al botteghino, ha generato così tante controversie che Craven non è stato più in grado di ottenere fondi per un film per parecchio tempo.

Mentre cercava finanziamenti, Craven si pagava le bollette lavorando su set di film porno, non accreditato oppure sotto pseudonimo, tra i quali spicca Gola Profonda (ha partecipato anche in almeno una inquadratura, vestito). Nel 1975, Craven ha diretto The Firework Woman sotto il nome di Abe Snake, per poi tornare alla grande nel 1977 con Le Colline Hanno gli Occhi, che ha anche scritto.

Craven si è costruito la fama negli anni ’80 come pioniere dell’horror teen, a partire da Nightmare – Nel profondo della notte del 1984. Il cattivo Freddy Krueger è diventato subito un’icona, apparso in svariate sequel di Nightmare, oltre che in serie TV, videogiochi e fumetti.

Craven ha continuato a scrivere, dirigere e produrre regolarmente dopo l’uscita di Nightmare, e nel 1996 si mette alla regia di un altro classico del cinema slasher: Scream. Il film, così come i suoi tre sequel ugualmente postmoderni, dà al genere horror una forte consapevolezza, e Ghostface è diventato un costume di Halloween che ha fruttato 100 milioni di dollari.

L’horror è rimasto il genere prediletto della produzione di Craver, ma ha diretto anche film non di genere, tra cui La musica del cuore – con cui Meryl Streep ha ricevuto una nomination all’Oscar – e un corto del film collettivo Paris Je T’aime.

Come si può vedere in Scream, la sensibilità comica di Craven era perfida come le sue tattiche per spaventare il pubblico. Parlando con Rolling Stone delle 10 scene più spaventose di Nightmare, ha detto: «Se chi si occuperà della mia tomba avrà del senso dell’umorismo, ci dovrebbe scrivere, ‘L’uomo che vi ha dato Freddy Krueger’. Ma se potessi scegliere vorrei che dicesse, ‘Qualunque cosa tu faccia, non ti addormentare’. Tutte le volte che la cultura si addormenta, ci cacciamo in un sacco di guai».

Altre notizie su:  Wes Craven