È morto Roger Michell, regista di ‘Notting Hill’ | Rolling Stone Italia
Home Cinema News Cinema

È morto Roger Michell, regista di ‘Notting Hill’

Aveva 65 anni. Tra i suoi titoli più amati anche ‘The Mother’ e ‘The Duke’, il suo ultimo film presto nelle sale

Roger Michell con Julia Roberts alla prima newyorkese di ‘Notting Hill’ nel 1999

Foto: Ron Galella/Ron Galella Collection via Getty Images

È morto Roger Michell, il regista noto principalmente per aver firmato, nel 1999, una delle commedie romantiche più amate di sempre: Notting Hill.

Nato a Pretoria, in Sudafrica, nel 1956, arriva in Inghilterra per frequentare l’università di Cambridge, e lì rimane, diventando uno degli autori più rilevanti del cinema britannico degli anni ’90 e 2000.

Dopo aver firmato diversi episodi di serie tv e un paio di film che lo fanno conoscere ai critici (My Night with Reg del 1996 e Titanic Town del 1998), è stato proprio Notting Hill a consacrarlo definitivamente. Il film con Julia Roberts e Hugh Grant incassa oltre 125 milioni di dollari del mondo, ed è ancora oggi amatissimo e citatissimo.

Da quel momento, Michell diventa uno degli autori più richiesti sul mercato mainstream. Ma dopo il mezzo flop di Ipotesi di reato, thriller del 2002 con Ben Affleck e Morgan Freeman, torna in patria e al sodalizio con l’autore a cui è rimasto più legato: Hanif Kureishi.

Dopo aver girato l’adattamento della serie tratta dal suo The Buddha of Suburbia, su musiche composte da David Bowie, Michell firma uno dei suoi film più riusciti: il drammatico The Mother (2003), con Daniel Craig in uno dei suoi ruoli più apprezzati “pre-Bond”. Michell ritroverà Kureishi dieci anni dopo per Le Week-End, da una sceneggiatura originale dell’autore.

Prima e dopo, tanti drammi e commedie di successo critico e spesso anche commerciale: L’amore fatale (2004) ancora con Craig e Rhys Ifans, tratto dal romanzo di Ian McEwan; Venus (2006), una delle ultime interpretazioni del grande Peter O’Toole; Il buongiorno del mattino (2010) con Diane Keaton, Harrison Ford e Rachel McAdams; A Royal Weekend (2013), sulla giovane regina Elisabetta; e Rachel (2017), da Mia cugina Rachele di Daphne du Maurier, con Rachel Weisz e, tra gli altri, anche il nostro Pierfrancesco Favino.

Tra gli ultimi lavori di Michell c’è Blackbird – L’ultimo abbraccio, dramma famigliare starring Susan Sarandon e Kate Winslet di recente distribuito su Sky.

Il suo ultimo film, The Duke con Jim Broadbent e Helen Mirren, applauditissimo fuori concorso a Venezia 2020, arriverà prossimamente nelle nostre sale.