Home Cinema News Cinema

È morto Michel Piccoli

L'attore, icona del cinema europeo, aveva 94 anni. Uno dei suoi ultimi ruoli fu quello da protagonista in 'Habemus Papam' di Nanni Moretti

Foto: Michael Ochs Archives/Getty Images

È morto a 94 anni Michel Piccoli. L’attore francese ci ha lasciato nei giorni scorsi ma la famiglia lo ha comunicato soltanto oggi all’agenzia AFP attraverso un comunicato inviato da Gilles Jacob, amico di Piccoli ed ex presidente del Festival di Cannes: “Se n’è il 12 maggio tra le braccia di sua moglie Ludivine e dei suoi figli Inord e Missia, a seguito di un ictus”.

Nato in una famiglia di musicisti metà italiana e metà francese, Piccoli esordì nel film Silenziosa minaccia nel 1945, ma divenne un nome noto al grande pubblico anche internazionale grazie a Jean-Luc Godard che lo volle nel Disprezzo (1963).

Non solo attore, ma anche regista e sceneggiatore, Piccoli fu un personaggio fuori dagli schemi nel cinema francese e non solo: fin dagli anni ’50 si è distinto sul set di maestri come lo stesso Godard, Hitchcock, Cavalier, Agnès Varda, Malle, Deray diventando attore feticcio per Claude Sautet, Luis Buñuel e Marco Ferreri, con il quale girò ben sette film, tra cui La grande abbuffata.

Il suo rapporto con il cinema italiano negli anni è diventato sempre più stretto, tra collaborazioni anche con Mario Bava (fu l’ispettore Ginko in Diabolik del 1968) ed Elio Petri (Todo modo, 1976): uno dei suoi ultimi ruoli è stato quello da protagonista in Habemus Papam di Nanni Moretti, per il quale ha vinto il David di Donatello.

Leggi anche