Home Cinema News Cinema

È morto Ermanno Olmi

Il regista aveva 86 anni ed era malato da tempo. Si è spento nella notte nell'ospedale di Asiago dove era ricoverato

Ermanno Olmi, foto IPA

Se n’è andato nella notte Ermanno Olmi, il regista de La leggenda del santo bevitore. Vincitore della Palma d’Oro a Cannes, di due leoni veneziani – di cui uno alla carriera consegnatogli nel 2008 da Celentano, di infiniti Nastri d’Argento e David di Donatello, Olmi era un artista anti-divo, legatissimo alla sua terra, la Lombardia, tanto da dedicargli un film girato interamente in dialetto bergamasco, L’albero degli zoccoli.

Nato il 24 luglio 1931 a Bergamo, Olmi inizia la sua carriera da regista con una cinepresa 16mm affidatagli dai padroni dell’Edisonvolta, dove lavorava come fattorino. Il suo compito era documentare i lavori dell’azienda, e da lì non si è più fermato. Una carriera monumentale, un cinema impegnato ma mai elitario: la consacrazione a Venezia con Il posto, l’immigrazione del claustrofobico Villaggio di cartone, poi Cento Chiodi, Cantando dietro i paraventi, La leggenda del santo bevitore e Il Mestiere delle armi.

Il regista si è spento nella notte all’ospedale di Asiago, dove era ricoverato da alcuni giorni. Aveva 86 anni.

Leggi anche