Home Cinema News Cinema

È morto Danny Aiello, il protagonista di ‘Fa’ la cosa giusta’

L'attore aveva 86 anni. Per il film di Spike Lee fu nominato agli Oscar e lavorò anche con Sergio Leone e Woody Allen

Danny Aiello con Spike Lee all'evento per il 20esimo anniversario dall'uscita di 'Fa' la cosa giusta'

Foto: Stephen Lovekin/Getty Images

Danny Aiello, noto soprattutto per i suoi ruoli in film come Fa’ la cosa giusta e Stregata dalla luna, è morto giovedì sera nel New Jersey. Aveva 86 anni. La conferma è arrivata a Variety da parte della sua agente Jennifer De Chiara. “È con profondo dolore che annuncio che Danny Aiello, marito, padre, nonno, attore e musicista, è mancato la scorsa notte dopo una breve malattia”, ha fatto sapere la sua famiglia in una nota. “In questo momento chiediamo privacy. I dettagli per i funerali saranno annunciati successivamente”.

Durante la sua carriera, Aiello ha spesso interpretato poliziotti, mafiosi e altri tipi tosti della New York di metà anni ’70, conquistando anche una nomination all’Oscar come attore non protagonista per il suo ruolo di proprietario di una pizzeria nella Brooklyn in trasformazione del film di Spike Lee Fa’ la cosa giusta. In Stregata dalla luna era invece il ragazzo che Cher scarica per mettersi con il fratello minore, interpretato da Nicolas Cage.

Nel 1981 Aiello mise a segno un altro ruolo secondario ma importante al fianco di Paul Newman in Bronx 41º distretto di polizia. L’attore è stato anche nel cast di C’era una volta in America di Sergio Leone e della Rosa purpurea del Cairo e Radio Days di Woody Allen.

Aiello era anche un cantante di talento che ha pubblicato diversi album e ha interpretato il padre di Madonna nel video musicale di Papa Don’t Preach.

Leggi anche