Home Cinema News Cinema

È morto Chadwick Boseman, la star di ‘Black Panther’

L'attore aveva 43 anni e da quattro era malato di tumore al colon: aveva interpretato diverse icone – da James Brown a Thurgood Marshall e Jackie Robinson – ed era stato il primo afroamericano protagonista di un film Marvel

Chadwick Boseman è morto venerdì di cancro al colon. Il suo portavoce ha confermato la morte dell’attore a Rolling Stone. Aveva 43 anni. La sua interpretazione di Black Panther lo aveva reso una star, insieme ai ritratti della vita reale di James Brown, Thurgood Marshall e Jackie Robinson.

“È con un dolore enorme che confermiamo la scomparsa di Chadwick Boseman. Gli era stato diagnosticato un cancro al colon al terzo stadio nel 2016, contro cui ha combattuto anche negli ultimi quattro anni mentre la malattia progrediva”, ha detto la sua famiglia in una dichiarazione.

“Era un vero guerriero: Chadwick non ha mai mollato e ha girato molti dei film che avete imparato ad amare tanto. Marcia per la libertà – Marshall, Da 5 Bloods – Come fratelli, Ma Rainey’s Black Bottom (tratto dall’opera teatrale di August Wilson) e altri, sono stati tutti filmati nel corso della sua malattia e tra innumerevoli interventi chirurgici e chemioterapia”, hanno aggiunto. “È stato il più grande onore della sua carriera per lui portare in vita re T’Challa in Black Panther. È morto a casa sua, con la moglie e la famiglia al suo fianco”⁣.

Boseman aveva iniziato a recitare quando era ancora uno studente delle superiori ad Anderson, nella Carolina del Sud. Dopo aver scritto e interpretato la sua pièce Crossroads, ha frequentato la Howard University per studiare regia. Poi Boseman si è trasferito a Brooklyn e ha ottenuto piccoli ruoli in Law & Order, CSI: NY e Cold Case prima di avere la sua grande occasione interpretando Jackie Robinson, il primo giocatore afroamericano a giocare nella Major League di Baseball in 42 – La vera storia di una leggenda americana del 2013. “Siamo devastati dalla tragica perdita di Chadwick Boseman”, ha fatto sapere la lega in un comunicato. “La sua incredibile performance in 42 resisterà alla prova del tempo e servirà da potente veicolo per raccontare la storia di Jackie al pubblico per le generazioni a venire”.

Da lì, Boseman è diventato famoso per alcuni drammi storici (Get on Up – La storia di James Brown, Marcia per la libertà – Marshall) prima di entrare in contatto con Kevin Feige e il Marvel Cinematic Universe grazie al ruolo rivoluzionario dei protagonista di Black Panther. La sua interpretazione di T’Challa lo ha trasformato nel 2018 in una celebrità nel film che poi sarebbe diventato uno dei maggiori incassi di quell’anno.

Negli ultimi cinque anni, Boseman era diventato uno dei pochi attori protagonisti afroamericani di Hollywood e non ha mai evitato o sottovalutato questa responsabilità. “È un momento di cambiamento epocale”, ha detto Boseman a Rolling Stone in una cover story del 2018. “Ricordo ancora l’entusiasmo che le persone provavano nel vedere Malcolm X. E qui è ancora più grande, perché coinvolge tantissime persone. Tutti vengono a vedere i film Marvel”.

Denzel Washington, che ha interpretato Malcolm X e ha contribuito a finanziare load partecipazione di Boseman da ragazzo a un prestigioso programma estivo di recitazione a Oxford, ha dichiarato: “Era un’anima gentile e un artista brillante, che rimarrà con noi per l’eternità attraverso le sue performance iconiche nella sua breve ma celebre carriera carriera. Dio benedica Chadwick Boseman”.

Subito dopo la morte di Boseman, le condoglianze nel mondo del cinema e dello sport hanno iniziato a riempire i social e non solo. “I nostri cuori sono spezzati e i nostri pensieri sono con la famiglia di Chadwick Boseman”, hanno scritto i Marvel Studios su Twitter. “La tua eredità vivrà per sempre. Riposa in pace”.

“Sono totalmente devastato, è più che straziante. Chadwick era speciale”, ha scritto Chris Evans, che impersonava Captain America nell’MCU. “Era unico, un artista profondamente impegnato e sempre curioso. Aveva ancora tanto lavoro straordinario da fare. Sono infinitamente grato per la nostra amicizia”.



“Che uomo e che talento immenso. Fratello, sei stato uno dei grandi di tutti i tempi e la tua grandezza era solo all’inizio”, ha scritto Mark Ruffalo (Hulk), mentre la star di Captain Marvel Brie Larson ha scritto: “Chadwick irradiava potere e pace. Rappresentava molto per tanti. Si prendeva il tempo per vedere davvero come stavi e ti incoraggiava quando ti sentivi insicuro”.



Anche Kamala Harris, senatrice della California scelta come vicepresidente del candidato democratico alla Casa Bianca Joe Biden, ha ricordato Boseman: “Ho il cuore spezzato. Il mio amico e collega Bison Chadwick Boseman era brillante, gentile, colto e umile. Se n’è andato troppo presto ma la sua vita ha fatto la differenza. Le mie più sincere condoglianze alla sua famiglia”.



Boseman è sempre stato consapevole della posta in gioco: dal suo primo ruolo importante all’ultimo, è stato un attore afroamericano che non ha paura di fare film afroamericani per il pubblico. “Alcuni attori [neri] diranno, ‘Non voglio interpretare un personaggio solo perché è nero'”, aveva detto a Rolling Stone. “E questo è fantastico, non sto dicendo che si sbagliano. Ma tutta quella ricchezza si perde”.

Da Rolling Stone USA