È in arrivo "Bright Lights", il documentario su Carrie Fisher e Debbie Reynolds | Rolling Stone Italia
Home Cinema News Cinema

È in arrivo “Bright Lights”, il documentario su Carrie Fisher e Debbie Reynolds

Dopo la recente scomparsa delle due attrici, la HBO ha deciso di anticipare l'uscita del documentario che racconta il rapporto madre e figlia che legava le due stelle di Hollywood

Carrie Fisher e Debbie Reynolds, foto via Facebook

Carrie Fisher e Debbie Reynolds, foto via Facebook

In seguito alle recenti scomparse di Carrie Fisher e Debbie Reynolds, HBO anticiperà l’uscita di Bright Lights, il documentario incentrato sul rapporto madre e figlia che legava le due stelle del cinema. Il film sarà trasmesso sul network il 7 gennaio alle 20, ora statunitense.

Diretto da Alexis Bloom e Fisher Stevens, Bright Lights: Starring Carrie Fisher and Debbie Reynolds racconta della particolare relazione fra le due attrici, vicine di casa a Beverly Hills. Il film, presentato anche a Cannes e al New York Film Festival, racconta la vita delle due star di Hollywood con interviste, foto e video di famiglia.

Carrie Fisher e Debbie Reynolds sono venute a mancare la settimana scorsa, a distanza di un giorno l’una dall’altra. La Fisher, nota al grande pubblico per la sua interpretazione della Principessa Leia in Star Wars, è morta martedì scorso a 60 anni in seguito a un arresto cardiaco. Debbie Reynolds, icona del cinema grazie a Singin’ in the Rain del 1952, è morta il giorno successivo a causa di un malore, aveva 84 anni.

I registi Bloom e Stevens hanno voluto esprimere le loro condoglianze e il loro shock per quanto successo: «Carrie Fisher e Debbie Reynolds erano donne straordinarie – hanno scritto – Debbie era una professionista esperta: faceva sempre sembrare facili le sue performance, ma dietro la sua eleganza c’era una straordinaria etica del lavoro che rendeva onore alla sua professione e al suo amatissimo pubblico. Carrie era apparentemente l’opposto – candida e spensierata, con il suo senso dell’umorismo a infrangere ogni barriera grazie alla sua malizia. Ma entrambe erano due persone estremamente gentili e di un’intelligenza fuori dal comune. Quando una di loro entrava nella stanza l’atmosfera cambiava subito. In parole povere, eravamo come metallo e loro come calamite. E il loro magnetismo non era mai così forte come quando erano insieme».

«Erano più che semplici madre e figlia ma una splendida espressione d’umanità, in tutti i suoi alti e bassi – continuano i registi – e hanno vissuto sempre con coraggio. Carrie e Debbie si amavano profondamente. Siamo devastati per la loro scomparsa ma si sentiamo davvero onorati per averle conosciute».