Home Cinema News Cinema

È confermato: Margot Robbie sarà Sharon Tate nel film di Tarantino

La produzione è anche in trattative con Burt Reynolds per il ruolo di George Spahn e con Tim Roth, Kurt Russell e Michael Madsen.

Dopo la notizia che i protagonisti saranno Leonardo DiCaprio e Brad Pitt, il cast del nuovo film di Tarantino, Once Upon a Time In Hollywood, sta prendendo forma. Le indiscrezioni sono state confermate da Sony: Margot Robbie interpreterà Sharon Tate nella ricostruzione di Los Angeles nell’estate del 1969, prima che fossero commessi gli omicidi di Manson.

Sono anche in corso trattative con Burt Reynolds per il ruolo di George Spahn, che regalerebbe alla star di Deliverance il miglior personaggio dai tempi di Boogie Nights. Spahn era un uomo quasi cieco di 80 anni che affittava il suo ranch a L.A. come location per i western. Charlie Manson lo convinse a lasciare che lui e ai suoi seguaci vivessero nella proprietà, nei mesi precedenti alla morte della Tate e di altre sei vittime. Anziché pagare l’affitto, Manson costrinse le donne della famiglia a fare sesso con Spahn e a fargli da guida.

Tarantino sarebbe anche iniziando a dialogare con Tim Roth, Kurt Russell e Michael Madsen per interpretare ruoli minori. Non è ancora chiaro quali saranno le loro parti. Oltre a The Hateful Eight, Roth ha recitato in Pulp Fiction e Le Iene di Tarantino, in quest’ultimo insieme a Madsen che era pure nei due Kill Bill.

Il film sarà un affresco di storie alla Pulp Fiction. Sony lo ha descritto come una storia ambientata a Los Angeles nel 1969, all’apice della Hollywood hippy, dove Rick Dalton (DiCaprio), ex star di una serie televisiva western, e il suo storico stunt man Cliff Booth (Pitt) lottano per rimanere a galla in un sistema che non riconoscono più. Ma Rick ha una vicina di casa molto famosa: Sharon Tate.

Once Upon a Time In Hollywood uscirà il 9 agosto 2019, esattamente 50 anni dopo il massacro di Bel-Air, e con tutta probabilità prima verrà presentato a Cannes l’anno prossimo.

Leggi anche