Home Cinema News Cinema

I 10 errori cinematografici più divertenti di sempre

Da Hitchcock a Tarantino, passando per "Jurassic Park" e "Terminator": una carrellata di sviste assurde

Cosa c'è di sbagliato sul computer di Nedry?

Cosa c'è di sbagliato sul computer di Nedry?

Praticamente ogni film, compresi quelli più famosi e strapagati, può caderci. Errori cinematografici e sbavature di montaggio, può capitare. Molte volte passano inosservati agli occhi del pubblico, ma alcuni errori sono così ovvi e ridicoli che è un miracolo che siano sopravvissuti al processo di revisione.

Eccone 10 esempi:

10. Independence Day (1996) 

All’interno dell’Area 51 mentre David si domanda quale sarà il destino del pianeta e impreca contro la deforestazione e l’inquinamento, urta accidentalmente un barattolo con la scritta “Art Dept”. Qui le cose sono due: o l’headquarter top secret ha il suo dipartimento personale di creativi, o qualche scenografo ha accidentalmente dimenticato i suoi effetti personali sul set. Voi che dite?

9. I Goonies (1985) 

I protagonisti dei Goonies

I protagonisti dei Goonies

Verso la fine del film, Data confida al reporter che la parte più spaventosa della sua avventura fu quando dovette lottare contro un polipo gigante. Il problema qua è che quella scena fu eliminata dalla pellicola per i cinema e non vedette la luce del giorno fino alla divulgazione in cassetta da parte di Disney Channel ad inizio 1990. Probabilmente l’intera storia può fare tranquillamente a meno di questo episodio, ma non ci sono dubbi sul fatto che sarebbe stato meglio cancellare ogni tipo di riferimento a quella scena almeno dal cut finale del film.

8. Commando (1985) 

Arnold Schwarzenegger nel film "Commando"

Arnold Schwarzenegger nel film “Commando”

Commando è stato un successo commerciale che ha contribuito a consolidare Arnold Schwarzenegger come eroe dei film d’azione, peccato che in questo caso ci sono così tanti errori che abbiamo perso il conteggio. Un esempio? Quando la Porsche di John Matrix, danneggiata gravemente nell’inseguimento di Sully, si aggiusta magicamente da sola da una scena all’altra. È la madre di tutti gli errori di continuità, oltre che un’ottima idea da sviluppare. Quanto sarebbe bello se la nostra Chevy ammaccata potesse sistemarsi da sé nel garage di casa?! Magari.

7. Il gladiatore (2000) 

Russell Crowe nei panni di Massimo Decimo Meridio

Russell Crowe nei panni di Massimo Decimo Meridio

Avete notato che durante la ricostruzione della Battaglia di Cartagine, un carretto si scontra con il muro e si ribalta, facendo intravedere un bidone di gas? I romani sono stati responsabili di parecchi avanzamenti tecnologici, dalle strade agli acquedotti, ma da quel che sappiamo noi, la propulsione di gas non è stata (ahimè) merito loro.

6. Braveheart (1995) 

Una scena di Braveheart con Mel Gibson. Fonte: Facebook

Una scena di Braveheart con Mel Gibson. Fonte: Facebook

Gli “occhi di falco” che ci sono tra i fan di questo storico film di Mel Gibson sanno perfettamente che nel capolavoro ci sono un sacco di falle: dai membri della crew che si intravedono in alcune riprese, alle armi, palesemente scadenti e in plastica. Ma l’apparizione di un van bianco durante la scena della battaglia forse le batte tutte. Cercate il veicolo nell’angolo più in basso a sinistra nel momento in cui un gruppo di uomini armati di picconi parte alla carica. C’è già la battuta perfetta:  “Possono prendersi le nostre vite, ma non avranno mai il nostro Ford Transit!”

5. Pulp fiction (1994) 

Tarantino potrà anche essere un perfezionista, eppure c’è un errore nella scena dell’appartamento quando Jules e Vincent schivano una raffica di pallottole. Guardate attentamente dietro i sicari e noterete dei buchi da sparatoria nel muro prima ancora che qualsiasi pallottola sia stata effettivamente sparata. Questa sparatoria che sa di miracoloso porta addirittura Jules a una meditazione sulla sua vita da killer professionista, ma un errore del genere toglie forza alla scena.

4. Intrigo internazionale (1959) 

Questo thriller di spionaggio è considerato uno dei migliori di Hitchcock, ma è anche rinomato per la sua classica gaffe dove un ragazzo si copre le orecchie poco prima che esploda un colpo di pistola. Stiamo parlando della scena della caffetteria di Mount Rushmore (guardate il ragazzo a destra di Eve mentre minaccia Rogers). I critici dicono che il ragazzo sapeva esattamente quando doveva coprirsi le orecchie, evidentemente dopo le numerose prove fatte.

3. Jurassic Park (1993) 

In questa scena Dennis Nedry, il programmatore diventato ladro, appare mentre chiacchiera al computer via video con un suo complice. Ma dalla postazione di lavoro, si vede invece come stia palesemente parlando ad un video pre-registrato. Ci aspettavamo molto di più dall’uomo responsabile dei servizi tecnici di Jurassic Park.

2. Django unchained (2012) 

Django con i suoi occhiali da sole

Django con i suoi occhiali da sole

L’eroe del titolo del film di vendetta di Tarantino, ambientato nel 1858, indossa un raffinato paio di occhiali per buona parte del film. Gli occhiali da sole sono in distribuzione dal 12esimo secolo grazie a un invenzione cinese, ma non furono introdotti negli States fino al 1929, dopo che Sam Foster per primo decise di venderli ad un Woolworth supermarket ad Atlantic City. Qualcuno è abbastanza coraggioso da voler comunicare questa informazione a Django? Nah, non ci crediamo.

1. Terminator 3 – le macchine ribelli (2003) 

La terza tappa della saga Terminator, diretta da Jonathan Mostow e pubblicata nel 2003, è piena di errori. Uno dei più evidenti è il misterioso cambiamento del numero di identificazione del Cessna 172 Skyhawk, mezzo di fuga di John Connor. Sinceramente, ci aspettavamo di più dal leader della resistenza umana!