David di Donatello 2021: ‘Volevo nascondermi’, ‘Hammamet’ e ‘Favolacce’ guidano le candidature | Rolling Stone Italia
Home Cinema News Cinema

David di Donatello 2021: ‘Volevo nascondermi’, ‘Hammamet’ e ‘Favolacce’ guidano le candidature

Nell'anno in cui gli Oscar italiani per la prima volta tengono conto anche dello streaming (effetti della pandemia), la 66esima edizione già si segnala per la forte presenza di registe donne

Elio Germano è Antonio Ligabue in 'Volevo nascondermi' di Giorgio Diritti

Foto: Chico De Luigi

15 candidature a Volevo nascondermi di Giorgio Diritti, 14 a Hammamet di Gianni Amelio, 13 a Favolacce dei Fratelli D’Innocenzo, 11 a Le sorelle Macaluso di Emma Dante e L’incredibile storia dell’Isola delle Rose di Sydney Sibilia (quest’ultimo però escluso dai migliori film). Sono i titoli più candidati ai David di Donatello 2021, che per la prima volta tengono conto anche dello streaming: effetti della pandemia.

Un’edizione che già si segnala per la forte presenza di registe donne: oltre a Emma Dante, tra le migliori registe è nominata anche Susanna Nicchiarelli per Miss Marx. Doppietta femminile anche nella cinquina dei migliori esordienti: Ginevra Elkann con Magari e Alice Filippi con Sul più bello.

A contendersi il premio tra gli attori protagonisti sembrano esserci Elio Germano, che interpreta il pittore Antonio Ligabue in Volevo nascondermi, e Pierfrancesco Favino, alias Bettino Craxi in Hammamet. Mentre tra le attrici la vincitrice dovrebbe essere quasi certamente Sophia Loren, snobbata dagli Oscar per la sua rentrée con La vita davanti a sé.

Per il film di Edoardo Ponti è stata candidata anche la canzone Io sì (Seen) di Diane Warren, Laura Pausini e Niccolò Agliardi, nominata invece ai prossimi Academy Award, il che le dovrebbe consentire di battere sicuramente Gli anni più belli di Claudio Baglioni, scritta per il film omonimo (e clamorosamente escluso dalle candidature) di Gabriele Muccino.

La cerimonia di assegnazione dei David 2021, condotta da Carlo Conti, andrà in onda su Rai 1 il prossimo 11 maggio.

Ecco la lista completa delle nomination:

Miglior film

Favolacce di Fabio e Damiamo D’Innocenzo
Hammamet di Gianni Amelio
Le sorelle Macaluso di Emma Dante
Miss Marx di Susanna Nicchiarelli
Volevo nascondermi di Giorgio Diritti

Miglior regia

Fabio e Damiano D’Innocenzo per Favolacce
Gianni Amelio per Hammamet
Emma Dante per Le sorelle Macaluso
Susanna Nicchiarelli per Miss Marx
Giorgio Diritti per Volevo nascondermi

Miglior attore

Kim Rossi Stuart per Cosa sarà
Valerio Mastandrea per Figli
Pierfrancesco Favino per Hammamet
Renato Pozzetto per Lei mi parla ancora
Elio Germano per Volevo nascondermi

Miglior attrice

Vittoria Puccini per 18 regali
Paola Cortellesi per Figli
Micaela Ramazzotti per Gli anni più belli
Sophia Loren per La vita davanti a sé
Alba Rohrwacher per Lacci

Miglior attore non protagonista

Gabriel Montesi per Favolacce
Lino Musella per Favolacce
Giuseppe Cederna per Hammamet
Fabrizio Bentivoglio per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Silvio Orlando per Lacci

Miglior attrice non protagonista

Benedetta Porcaroli per 18 regali
Barbara Chichiarelli per Favolacce
Claudia Gerini per Hammamet
Matilda De Angelis per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Alba Rohrwacher per Magari

Miglior sceneggiatura

Francesco Bruni in collaborazione con Kim Rossi Stuart per Cosa sarà
Fabio e Damiano D’Innocenzo per Favolacce
Mattia Torre per Figli
Pietro Castellitto per I predatori
Giorgio Diritti, Tania Pedroni, Fredo Valla per Volevo nascondermi

Miglior sceneggiatura non originale

Salvatore Mereu per Assandira
Francesco Piccolo, Domenico Starnone, Daniele Luchetti per Lacci
Stefano Mordini, Francesca Marciano, Luca Infascelli per Lasciami andare
Pupi Avati, Tommaso Avati per Lei mi parla ancora
Gianni Di Gregorio, Marco Pettenello per Lontano lontano

Miglior produttore

Favolacce (Agostino Saccà e Giuseppe Saccà per Pepito Produzioni con Rai Cinema, con AMKA Films Productions, con Vision Distribution, con QMI)
I predatori (Domenico Procacci e Laura Paolucci per Fandango con Rai Cinema)
L’incredibile storia dell’Isola delle Rose (Matteo Rovere)
Miss Marx (Marta Donzelli e Gregorio Paonessa per Vivo Film con Rai Cinema, Joseph Rouschop e Valérie Bournonville per Tarantula Belgique)
Volevo nascondermi (Carlo Degli Esposti, Nicola Serra, con Rai Cinema)

Miglior regista esordiente

Pietro Castellitto per I predatori
Ginevra Elkann per Magari
Mauro Mancini per Non odiare
Alice Filippi per Sul più bello
Luca Medici per Tolo Tolo

Miglior autore della fotografia

Paolo Carnera per Favolacce
Luan Amelio Ujkaj per Hammamet
Gherardo Gossi per Le sorelle Macaluso
Crystel Fournier per Miss Marx
Michele D’Attanasio per Padrenostro
Matteo Cocco per Volevo nascondermi

Miglior montaggio

Esmeralda Calabria per Favolacce
Giogiò Franchini per Figli
Simona Paggi per Hammamet
Gianni Vezzosi per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Paolo Cottignola, Giorgio Diritti per Volevo nascondermi

Miglior compositore

Nicola Piovani per Hammamet
Niccolò Contessa per I predatori
Michele Braga per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Gatto Ciliegia contro il Grande Freddo, Downtown Boys per Miss Marx
Pivio & Aldo De Scalzi per Non odiare
Marco Biscarini, Daniele Furlati per Volevo nascondermi

Miglior canzone originale

Gli anni più belli da Gli anni più belli (Musica, testi e interpretazione di: Claudio Baglioni)
Io sì (Seen) da La vita davanti a sé (Musica di: Diane Warren, testi di: Diane Warren, Laura Pausini, Niccolò Agliardi, interpretata da: Laura Pausini)
Miles Away da Non odiare (Musica di: Pivio & Aldo De Scalzi, testi di: Ginevra Nervi, interpretata da: Ginevra)
Immigrato da Tolo Tolo (Musica e testi di: Luca Medici, Antonio Iammarino, interpretata da: Luca Medici)
Invisible da Volevo nascondermi (Musica e testi di: Marco Biscarini, interpretata da: La Tarma)

Miglior scenografia

Emita Frigato, Paola Peraro, Paolo Bonfini – Erika Aversa per Favolacce
Giancarlo Basili – Andrea Castorina per Hammamet
Tonino Zera – Maria Grazia Schirripa per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Alessandro Vannucci, Igor Gabirle – Fiorella Cicoli per Miss Marx
Ludovica Ferrario, Alessandra Mura – Paola Zamagni per Volevo nascondermi

Migliori costumi

Maurizio Millenotti per Hammamet
Nicoletta Taranta per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Vanessa Sannino per Le sorelle Macaluso
Massimo Cantini Parrini per Miss Marx
Ursula Patzak per Volevo nascondermi

Miglior trucco

Luigi Ciminelli – Andrea Leanaza, Federica Castelli (prostetico o special make-up) per Hammamet
Luigi Rocchetti per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Valentina Iannuccilli per Le sorelle Macaluso
Diego Prestopino per Miss Marx
Giuseppe Desiato – Lorenzo Tamburini (prostetico o special make-up) per Volevo nascondermi

Migliori acconciature

Daniele Fiori per Favolacce
Massimiliano Duranti per Hammamet
Aldina Governatori per Le sorelle Macaluso
Domingo Santoro per Miss Marx
Aldo Signoretti per Volevo nascondermi

Miglior suono

Favolacce (Presa diretta: Marc Thill, microfonista: Edgar Iacolenna, montaggio: Fabio Pagotto, creazione suoni: Simone Chiossi, mix: Maxence Ciekawy)
Hammamet (Presa diretta: Emanuele Cicconi, microfonista: Andrea Colaiacomo, montaggio: Domenico Granata, creazione suoni: Alessandro Giacco, mix: Alberto Bernardi)
L’incredibile storia dell’Isola delle Rose (Presa diretta: Claudio Bagni, microfonista: Luigi Melchionda, montaggio e creazione suoni: Mirko Perri, mix: Paolo Segat)
Miss Marx (Presa diretta: Adriano Di Lorenzo, microfonista: Pierpaolo Merafino, montaggio: Marc Bastien, creazione suoni: Pierre Greco, mix: Franco Piscopo)
Volevo nascondermi (Presa diretta: Carlo Missidenti, microfonista: Filippo Toso, montaggio: Luca Leprotti, areazione suoni: Marco Biscarini, mix: Francesco Tumminello)

Migliori effetti visivi

Luca Saviotti per Hammamet
Stefano Leoni, Elisabetta Rocca per L’incredibile storia dell’Isola delle Rose
Massimiliano Battista per Miss Marx
Lorenzo Ceccotti, Renaud Quilichini per The Book of Vision
Rodolfo Migliari per Volevo nascondermi

Miglior documentario

Faith di Valentina Pedicini
Mi chiamo Francesco Totti di Alex Infascelli
Notturno di Gianfranco Rosi
Puntasacra di Francesca Mazzoleni
The Rossellinis di Alessandro Rossellini

Miglior film straniero

1917 di Sam Mendes
I miserabili di Ladj Ly
Jojo Rabbit di Taika Waititi
Richard Jewell di Clint Eastwood
Sorry We Missed You di Ken Loach

David giovani

18 regali di Francesco Amato
Favolacce di Fabio e Damiano D’Innocenzo
Gli anni più belli di Gabriele Muccino
L’incredibile storia dell’Isola delle Rose di Sydney Sibilia
Tolo Tolo di Luca Medici

Il David di Donatello 2021 al miglior cortometraggio è già stato annunciato: Anne di Domenico Croce e Stefano Malchiodi