Home Cinema News Cinema

Dario Argento ha stroncato ‘Suspiria’ di Luca Guadagnino


«Non mi ha entusiasmato. C’è poca paura, non c’è musica», ha detto il regista

Dario Argento, 74 anni - Foto via Facebook

Dario Argento, 74 anni - Foto via Facebook

Alla fine Dario Argento ha parlato. Il regista di Suspiria ha detto la sua sul remake che Luca Guadagnino ha girato del suo classico del 1977 su una scuola di danza governata da orribile streghe. La nuova versione, al cinema dall’inizio dell’anno, vanta un cast di tutto rispetto – Tilda Swinton e Dakota Johnson, la nuova Susie Bannon – e una sorta di “universo espanso”, tra attivisti di sinistra e rimandi all’era nazista.

«Ho visto la riedizione, il remake del mio film», ha detto Argento durante la trasmissione Un giorno da pecora. «Non mi ha entusiasmato, ha tradito un po’ lo spirito del film originale. C’è poca paura, non c’è musica, ci sono… La celebrazione del potere femminile era il tema del mio film, con protagoniste tutte femmine. Ma non esprimo un voto, non sono un professore».

Il regista aveva già lasciato intendere, dopo la presentazione del film al Festival di Venezia, di non gradire particolarmente il vestito che Guadagnino ha creato per il suo Suspiria. «È una pellicola raffinata, da persona fine, come Guadagnino, che resta uno dei migliori registi europei. Fa bei tavoli, belle tende, bei piatti, tutto molto bello…», ha spiegato Argento. «Il mio stile aveva una ferocia e una grinta che il remake non ha. L’horror è una questione interiore, dipende da quello che hai dentro».

Leggi anche