Home Cinema News Cinema

Da ‘Trainspotting’ agli Oasis, Irvine Welsh e Danny Boyle insieme per ‘Creation Stories’

La coppia da cui è nato uno dei film cult degli anni '90 porta al cinema la storia dell'etichetta che lanciò alcune delle band più iconiche della scena britannica

La storia della Creation Records – l’etichetta che lanciò la carriera di band come Oasis, Primal Scream, The Jesus and Mary Chain o Slowdive – arriverà sul grande schermo, per un film che ideato da due nomi che hanno scritto la storia dell’immaginario underground britannico degli anni ’90, Irvine Welsh e Danny Boyle, rispettivamente scrittore e regista di Trainspotting.

Intitolato Creation Stories, il film sarà un riadattamento di The Creation Records Story: Riots, Raves, and Running a Label, il libro autobiografico di Alan McGee, il fondatore dell’iconica etichetta discografica, per l’occasione interpretato da Ewen Bremner (Spud di Trainspotting). Fra i nomi del cast ci sono anche Rupert Everett, Suki Waterhouse e Jason Fleming mentre la regia sarà affidata a Nick Moran.

Insomma, la combinazione Boyle-Welsh-Bremner suona molto come una reunion di Trainspotting, come commentato dallo stesso Welsh a Deadline: «Sono stato molto fortunato a lavorare con Danny e Nick durante questi anni, e averli per questo progetto, insieme a Ewen, mi fa sentire come se avessi vinto alla lotteria».

«È come se Trainspotting incontrasse la storia della Creation» ha detto lo stesso McGee a NME. «C’è una scena in cui due dirigenti della Sony scopano davanti a me. Penso sarà un film piuttosto divertente».

McGee fondò la Creation Records nel 1983, lanciando la carriera di alcune band poi diventate pilastri della scena britannica degli anni ’90 come Oasis e Primal Scream o gruppi cult come Guided by Voices, Teenage Fanclub e Momus. L’etichetta fallì nel 1999, quando McGee decise di allontanarsi dalla musica. In passato la Creation Records è già stata il soggetto per due documentari Alan McGee: The Man Who Discovered Oasis del 1998 e Upside Down: The Creation Records Story del 2010.

Leggi anche