Home Cinema News Cinema

Le creatrici di “Making a Murderer” stanno preparando nuovi episodi

Dopo le dichiarazioni da Netflix, Laura Ricciardi ha detto di essere già al lavoro con Avery

Steven Avery con i suoi genitori. Probabilmente arriverà una nuova stagione

Steven Avery con i suoi genitori. Probabilmente arriverà una nuova stagione

Nelle scorse settimane, Ted Sarandos, chief content officer di Netflix, aveva dichiarato che la piattaforma stava pensando a una seconda stagione di Making a Murderer. E ora, la creatrice della docu-serie che racconta il caso di Steven Avery, Laura Ricciardi, conferma di essere al lavoro su possibili nuovi episodi.

«Siamo arrivati a un mese dal lancio e in questo mese abbiamo avuto nuove conversazioni telefoniche con Avery, che abbiamo registrate con l’intento di includerle in nuovi episodi», ha detto Laura Ricciardi ai giornalisti durante un panel in California. E anche l’altra regista, Moira Demos è d’accordo. «Questa storia è in via di sviluppo, ci sono dei procedimenti che stanno andando avanti (uno nuovo studio di avvocati, guidato da Kathleen Zellner, ha preso l’incarico di rappresentare Steven Avery in appello, ndr), ma visto che parliamo della vita reale, non sappiamo cosa aspettarci. Siamo pronte comunque. Se ci dovessero essere sviluppi significativi, ci saremo».

Steven Avery è stato in carcere dal 1985 al 2003, con l’accusa di stupro, salvo poi essere scagionato dal test del DNA. Mentre stava preparando la causa allo stato del Wisconsin per il risarcimento degli anni passati in prigione, Avery è stato accusato di omicidio e condannato all’ergastolo nel 2007.