Home Cinema News Cinema

Ci sono novità sul nuovo film di Hayao Miyazaki

"Sarà una grande storia fantastica" ha detto il produttore Toshio Suzuki, svelando qualche dettaglio sul nuovo lavoro del maestro giapponese, 'How Do You Live?'

hayao miyazaki

“Il film su cui Hayao Miyazaki sta lavorando al momento è una grande storia fantastica”, ha spiegato il produttore Toshio Suzuki a Entertainment Weekly, parlando del nuovo lungometraggio che il maestro giapponese sta realizzando.

Miyazaki, 79 anni, è l’autore delle opere più celebri dello Studio Ghibli, tra cui La città incantata, che ha vinto l’Oscar nel 2003. Poi nel 2014 ha fatto Si alza il vento, una sorta di biopic immaginario ambientato nella Seconda Guerra Mondiale, lontano dalle saghe fantasy che avevano segnato la sua carriera. Miyazaki ha annunciato il suo ritiro nel 2013, ma poi ha deciso di voler fare almeno un altro film.

“Molti registi continuano a crescere durante la loro carriera”, ha spiegato Suzuki. “Quando Miyazaki è tornato e ha detto che voleva lavorare a un altro titolo, gli ho risposto che non era una grande idea perché aveva già raggiunto così tanti traguardi. Non puoi tornare indietro e fare qualcosa che hai già fatto in passato, devi pensare a qualcosa di diverso. L’idea che ne è uscita è la seguente: perché non spendere più tempo e soldi sul film? Questo è uno dei nuovi approcci”.

Nel 2017 lo Studio Ghibli ha annunciato Kimi-tachi wa Dou Ikiru ka? (How Do You Live?): il nuovo lungometraggio di Miyazaki è basato sulla storia del 1937 del giornalista giapponese Yoshino Genzaburo, e che parla di un ragazzo che si trasferisce con suo zio dopo la morte del padre e vive un cambiamento spirituale. Suzuki afferma che la pandemia di coronavirus, che ha fermato la maggior parte delle produzioni cinematografiche e televisive in tutto il mondo, non ha influenzato i progressi di Ghibli. Ma serve ancora qualche anno per poter vedere il risultato finale.

“Stiamo ancora disegnando tutto a mano, ma ci vuole più tempo per completare il film perché ci sono più fotogrammi”, ha rivelato il produttore. “C’è più roba da disegnare rispetto a prima. Per Il mio vicino Totoro (1988) avevamo solo otto animatori: lo abbiamo realizzato in otto mesi. Per il film su cui Hayao Miyazaki sta lavorando, ci sono 60 animatori, ma siamo in grado di creare solo un minuto di animazione in un mese. Questo significa che in 12 mesi crei 12 minuti di materiale. Stiamo lavorando a questo film da tre anni, quindi significa che abbiamo completato 36 minuti finora. Speriamo di finirlo nei prossimi tre anni”.

All’inizio dell’anno lo Studio Ghibli aveva annunciato che c’erano due film in sviluppo. Il secondo, ha confermato Suzuki, è del figlio di Miyazaki, Gorō, che aveva già diretto I Racconti di Terramare nel 2006 e La collina dei papaveri del 2011 per Ghibli. “Quello è tutto fatto da animazioni generate al computer”, ha detto Suzuki.

Il produttore non è entrato nei dettagli, ma ha spiegato: “Il film di Gorō è basato su un libro o una storia che viene dall’Inghilterra, parla di una ragazza molto saggia. Ma non è stato ancora annunciato nulla, e questo è tutto quello che posso dire”.

Altre notizie su:  Hayao Miyazaki