Home Cinema News Cinema

Cannes 2021, oltre a Wes Anderson in concorso anche ‘Tre piani’ di Nanni Moretti

Ma la selezione resta molto cinéphile e francese, pochi gli americani, bocciato Netflix. Ma c'è il record di registe

«Il cinema non è morto e il ritorno del pubblico nelle sale cinematografiche di tutto il mondo è stata la prima buona notizia. Il festival sarà la seconda». Così il direttore artistico del Festival di Cannes Thierry Frémaux ha annunciato la selezione 2021, insieme al presidente Pierre Lescure.

Finora erano già stati annunciati Annette, il musical di Leos Carax con Adam Driver e Marion Cotillard che aprirà la manifestazione, l’attesissimo The French Dispatch di Wes Anderson (che era già stato selezionato nel 2020) e Benedetta di Paul Verhoeven. Spike Lee presiederà la giuria del concorso e Jodie Foster sarà l’ospite d’onore alla cerimonia di apertura, dove riceverà la Palma d’oro onoraria.

La notizia, già preceduta da parecchi rumors, è che in concorso ci sarà anche Tre piani di Nanni Moretti, anch’esso già parte dei film che avrebbero dovuto gareggiare nel 2020: «Abbiamo visto il suo film l’hanno scorso, lui ha aspettato pazientemente, che detto a proposito di Nanni Moretti è un ossimoro», ha scherzato Frémaux. «Sarà qui vent’anni dopo la sua Palma d’oro (per La stanza del figlio, ndr)».

Tra gli altri, sempre in competizione ci saranno anche Sean Penn con Flag Day, Sean Baker (l’autore di Un sogno chiamato Florida) con Red Rocket e i vincitori della Palma d’oro Jacques Audiard (Les Olympiades) e Apichatpong Weerasethakul (Memoria starring Tilda Swinton), e molte registe di rilievo.

I titoli in concorso sono 24, ma devono ancora essere annunciati la Première di un blockbuster sulla spiaggia e il film di chiusura, ha sottolineato Frémaux.

Sulla questione Netflix, il direttore artistico non molla: «I film in concorso devono essere proiettati nei cinema francesi: avrebbero potuto partecipare vendendo i titoli a dei distributori sul territorio oppure essere presenti fuori concorso. Ma hanno declinato».

Tra le proiezioni fuori concorso, Oliver Stone con JFK: Through the Looking Glass, The Velvet Underground di Todd Haynes e Jane by Charlotte di Charlotte Gainsbourg, dove l’attrice e musicista esplora anche la figura della madre Jane Birkin.


Official Competition
Ahed’s Knee (Ha’berech) di Nadav Lapid
Annette di Leos Carax (film d’apertura)
Benedetta di Paul Verhoeven
Bergman Island di Mia Hansen-Løve
Casablanca Beats di Nabil Ayouch
Compartment No. 6 (Hytti Nro 6) di Juho Kuosmanen
Drive My Car di Ryûsuke Hamaguchi
Everything Went Fine (Tout s’est bien passé) di François Ozon
Flag Day di Sean Penn
The French Dispatch di Wes Anderson
A Hero di Asghar Farhadi
La fracture di Catherine Corsini
Lingui di Mahamat-Saleh Haroun
Memoria di Apichatpong Weerasethakul
Nitram di Justin Kurzel
Paris, 13th District (Les Olympiades) di Jacques Audiard
Par un demi clair matin di Bruno Dumont
Petrov’s Flu di Kirill Serebrennikov
Red Rocket di Sean Baker
The Restless (Les intranquilles) di Joachim Lafosse
The Story of My Wife di Ildikó Enyedi
Tre piani di Nanni Moretti
Titane di Julia Ducournau
The Worst Person in the World (Julie (en 12 Chapitres)) di Joachim Trier


Un Certain Regard
After Yang di Kogonada
Blue Bayou di Justin Chon
Bonne mère di Hafsia Herzi
Commitment Hasan di Hasan Semih
Freda di Gessica Généus
House Arrest (Delo) di Alexey German Jr.
The Innocents di Eskil Vogt
Lamb di Valdimar Jóhansson
Moneyboys di B.C Yi
Noche de fuego di Tatiana Huezo
Un monde di Laura Wandel

Out of Competition
Aline, the Voice of Love di Valerie Lemercier
Babi Yar. Context di Sergei Loznitsa
Bac Nord di Cédric Jimenez
Emergency Declaration di Han Jae-rim
In His Lifetime (De son vivant) di Emmanuelle Bercot
Stillwater di Tom McCarthy
The Velvet Underground di Todd Haynes

Midnight Screenings
Bloody Oranges di Jean-Christophe Meurisse

Special Screenings
Black Notebooks di Shlomi Elkabetz
H6 di Yé Yé
Jane by Charlotte di Charlotte Gainsbourg
JFK: Through the Looking Glass di Oliver Stone
Mariner of the Mountains (O marinheiro das montanhas) di Karim Aïnouz

Cannes Premières
Cow di Andrea Arnold
Deception (Tromperie) di Arnaud Desplechin
Hold Me Tight di Mathieu Amalric
In Front of Your Face di Hong Sang-soo
Love Songs for Tough Guys di Samuel Benchetrit
Mothering Sunday di Eva Husson