Home Cinema News Cinema

Cannes 2016: Ken Loach vince la Palma d’Oro, a Xavier Dolan il Grand Prix della giuria

Miglior attrice la filippina Jaclyn Jose, il miglior attore è stato l'iraniano Shahab Hosseini

Dave Johns e Hayley Squires, protagonisti di "I, Daniel Blake". Abito di lei: Saint Laurent

Dave Johns e Hayley Squires, protagonisti di "I, Daniel Blake". Abito di lei: Saint Laurent

Si è conclusa ieri l’edizione 2016 del festival di Cannes. A trionfare è stato Ken Loach: il regista britannico ha portato a casa l’ambita Palma d’Oro per I, Daniel Blake, con protagonisti Dave Johns e Hayley Squires.

Loach diventa così l’ottavo regista nella storia ad aver vinto due Palme. Nessuno, al momento, è arrivato a quota tre. Con I, Daniel Blake ha messo in scena un mondo surreale, una vicenda grottesca e quasi kafkiana, con il protagonista Daniel Blake bloccato tra drammi personali e una società che lo tiene in un limbo di ingiustizia e incomprensioni. «Un altro mondo è possibile e necessario», ha detto il regista dal palco, riferendosi proprio ai problemi sociali evidenziati nel suo film.

Il Grand Prix Speciale della giuria del festival è andato a Xavier Dolan. Il giovane talento canadese se l’era già aggiudicato nel 2014 con Mommy, mentre quest’anno ha vinto con It’s Only the End of the World. Nel cast del film Nathalie Baye, Vincent Cassel, Marion Cotillard, Léa Seydoux e Gaspard Ulliel. Dolan, nel ritirare il premio, tra la commozione generale ha commentato che, «nella vita si deve perseverare per essere amati, accettati», riferendosi ai suoi personaggi, buoni e cattivi, ma tutti «feriti».

Tra gli altri premi, la migliore attrice è stata la filippina Jaclyn Jose, protagonista di Ma’Rosa di Brillante Mendoza. Miglior attore Shahab Hosseini, che interpreta Emad nel film Forushande di Asghar Farhadi. Forushande ha vinto anche il premio come miglior sceneggiatura.

Premio alla regia ex aequo a Cristian Mungiu e Olivier Assays, il primo con Bacalaureat e il secondo con Personal Shopper.

Leggi anche