Bradley Cooper dice tutto: la dipendenza da cocaina, la depressione, la ricerca del successo | Rolling Stone Italia
Home Cinema News Cinema

Bradley Cooper dice tutto: la dipendenza da cocaina, la depressione, la ricerca del successo

«La mia autostima era a zero»: così il divo racconta i suoi inizi a Hollywood. Poi la svolta con ‘Una notte da leoni’. Ecco le sue recenti confessioni

Foto: Frazer Harrison/Getty Images

Bradley Cooper torna a distanza di anni a parlare della sua passata dipendenza da cocaina.

«Mi sentivo così smarrito… è così che sono diventato dipendente dalla cocaina»: così il divo di A Star Is Born racconta oggi i suoi esordi a Hollywood. «È iniziato quando sono stato licenziato in tronco da Alias (la serie di J.J. Abrams con protagonista Jennifer Garner, ndr): la mia autostima era a zero».

«Il vantaggio, se così vogliamo dire, è stato che è successo quando avevo 29 anni», ha proseguito Bradley. «Quando mi hanno preso per uno spot di Wendy’s, ho pensato che ce l’avevo fatta. Ma sapevo che non era così. Quando mi sono trasferito a Los Angeles per Alias, mi sono sentito come quando ero al liceo: non potevo entrare in nessun club, nessuna ragazza mi guardava. Ero totalmente depresso».

Poi, la svolta: «È andata avanti così fino a Una notte da leoni. Avevo 36 anni quando ho girato quel film: essere passato da tutte quelle esperienze prima di raggiungere il successo ha giocato un ruolo cruciale nella mia esistenza».

«Ho fatto qualche passo avanti tra i 29 e i 33 anni», confessa Cooper, «quando almeno riuscivo a stare di fronte a qualcuno, a respirare, ascoltare e parlare».

Dopo il successo di Una notte da leoni, la carriera dell’attore ha preso una svolta. Sono nove le candidature agli Oscar in totale che ha ottenuto negli anni: quattro come attore (da protagonista per Il lato positivo, American Sniper e A Star Is Born, da non protagonista per American Hustle), quattro da produttore (per American Sniper, A Star Is Born, Joker e La fiera delle illusioni) e una come sceneggiatore (A Star Is Born).

Il suo prossimo progetto da attore e regista – Maestro, prodotto da Netflix – racconta la storia del compositore e direttore d’orchestra Leonard Bernstein, e già si preannuncia come uno dei titoli di punta della prossima Awards Season.

Altre notizie su:  Bradley Cooper