Home Cinema News Cinema

Arriva “808”, il documentario sulla regina delle drum machine

Da Phil Collins e Rick Rubin a Damon Albarn. La vecchia e la nuova scuola celebrano la Roland TR-808, lo strumento che ha cambiato il ritmo degli '80

Senza di lei non avremmo avuto molte canzoni dei Kraftwerk o di George Clinton (giusto per dirne due), eppure la TR-808, la drum machine che ha rivoluzionato il mondo della musica, è stata per anni un insuccesso.

Tant’è vero che Roland, la casa produttrice, l’aveva ritirato dal mercato nel 1983, dopo tre anni. Gli ingegneri della Roland volevnoa ricreare il suono di una vera batteria usando dei transistor, ma l’effetto era risultato troppo distante dal suono reale. Un disastro.

Eppure era il sound che ci voleva. Ha cambiato il ritmo degli anni ’80 e ha messo le basi per l’hip hop. Lo potete sentire in Sexual Healing di Marvin Gaye, Planet Rock di Afrika Bambaataa coi Soulsonic Force così come in tutto l’album Licensed to Ill dei Beastie Boys (prodotto dal grande Rick Rubin). Kanye West gli ha dedicato persino il titolo di un album, 808s & Heartbreak (2008).

Roland TR-808

Roland TR-808

La TR-808 sarà celebrata da un documentario, che uscirà questa primavera. Ci saranno Phil Collins, tanti pionieri dell’hip hop, così come volti di oggi (Diplo, Pharrell Williams, Damon Albarn, Fatboy Slim, Lil Jon e David Guetta)

Trovate il trailer qui sopra.

Se cercate la guida definitiva sulla TR-808 sappiate che una risposta c’è: l’ha fatta Fact magazine, la trovate a questo indirizzo.

Ma come suona, questa TR-808? Ecco una playlist con alcune delle canzoni prodotte con questa drum machine:

Leggi anche