Home Cinema News Cinema

Anna Foglietta sarà la madrina della 77esima Mostra di Venezia

Sarà il primo grande evento cinematografico internazionale a tenere un'edizione fisica dopo l'emergenza coronavirus: il direttore Alberto Barbera ha raccontato come sarà organizzato

Foto Stampa

Anna Foglietta condurrà le serate di apertura e di chiusura della 77esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica. L’attrice inaugurerà l’edizione nella serata di mercoledì 2 settembre sul palco della Sala Grande e guiderà la cerimonia di chiusura il 12 settembre, in occasione della quale saranno annunciati i Leoni e gli altri premi ufficiali.

Anna Foglietta è una delle attrici più amate e seguite del panorama italiano, oltre che presidente della onlus Every Child Is My Child. Nel 2020 ha recitato di due commedie: la prima è DNA – Decisamente Non Adatti, con la regia di Lillo e Greg, che, a causa dell’emergenza COVID-19, ha debuttato in streaming e per cui è stata candidata ai Nastri D’Argento 2020 come Migliore attrice di una commedia. La seconda è l’atteso film di Carlo Verdone Si vive una volta sola dove fa parte del cast composto da Max Tortora, Rocco Papaleo e dallo stesso Verdone. L’uscita del film è stata sospesa per la pandemia. Prossimamente invece vedremo anche Il talento del calabrone, all’interno del quale Anna è protagonista femminile al fianco di Sergio Castellitto.

La Mostra sarà il primo grande evento cinematografico internazionale a tenere un’edizione fisica dopo l’emergenza coronavirus. Martedì il direttore Alberto Barbera ha annunciato che, sebbene stia riducendo l’edizione del festival per rispettare il distanziamento sociale e altri protocolli sanitari, il nucleo della selezione ufficiale sarà mantenuto intatto, sia in termini di struttura del programma che del numero di titoli che saranno presentati in anteprima mondiale al Lido: si parla di 50-55 film, di cui circa 20 saranno proiettati all’interno della competizione principale. Il resto dei titoli sarà lanciato in Orizzonti o nelle altre sezioni collaterali.

Intanto Barbera ha tagliato la selezione Sconfini, ha spostato il concorso sulla realtà virtuale interamente online e “prestato” Venezia Classici al festival del Cinema Ritrovato a Bologna, che si svolgerà dal 25 al 31 agosto.

L’organizzazione sta allestendo due arene all’aperto: una a Venezia e un’altra al Lido, dove gran parte del pubblico che non fa parte dell’industry potrà guardare i film. Come annunciato a gennaio, Cate Blanchett presiederà la giuria.
«Senza dimenticare le innumerevoli vittime di questi ultimi mesi, a cui verrà pagato il dovuto tributo, il primo festival internazionale in seguito all’interruzione forzata dettata dalla pandemia diventa la celebrazione significativa della riapertura che tutti noi attendevamo con impazienza, e un messaggio di concreto ottimismo per tutto il mondo del cinema che ha sofferto molto per questa crisi», ha dichiarato Barbera in una nota.
«Un numero significativo di autori e attori accompagnerà i film al Lido, mentre le connessioni a Internet consentiranno di tenere conferenze stampa con tutti coloro che non saranno in grado di partecipare di persona, a causa delle restrizioni di viaggio che rimangono sul posto», ha spiegato Barbera.

Leggi anche