Home Cinema News Cinema

‘A Star is Born’, Bradley Cooper ci è rimasto malissimo per la mancata nomination alla regia

"Mi sono sentito in imbarazzo perché sentivo di non aver fatto il mio lavoro" ha confessato a Oprah

Bradley Cooper con Oprah Winfrey all' Oprah's SuperSoul Conversations

Photo by Bryan Bedder/Getty Images for THR

Bradley Cooper non è tra i nominati come miglior regista agli Oscar di quest’anno. Questo lo sapevamo già. Ma ora l’attore ha parlato dell’esclusione all’Oprah’s SuperSoul Conversations from Times Square, spiegando anche che per lui è difficile andare oltre la cosa.

“Ero in un bar di New York City, ho guardato il mio telefono e Nicole [Caruso, la suo addetto stampa] mi ha fatto le congratulazioni e ha elencato per cosa eravamo stati nominati”, ricorda Cooper. “Non mi hanno nemmeno dato la brutta notizia.” Ha aggiunto: “Mi sono sentito in imbarazzo perché sentivo di non aver fatto il mio lavoro”.

Cooper ha anche condiviso il miglior consiglio che Lady Gaga gli ha dato quando si trattava di cantare nel film: “‘Non provare a farlo'”, mi ha detto. “Era la miglior dritta che mi poteva dare. È come recitare, in realtà sto parlando”.

Cooper ha ottenuto tre nomination all’Oscar per A Star Is Born, tra cui miglior attore, miglior film e miglior sceneggiatura non originale insieme a Eric Roth e Will Fetters.

Leggi anche