Home Cinema

‘Natale a 5 stelle’: i protagonisti e i loro film preferiti dei fratelli Vanzina

Ce li raccontano in questo video in esclusiva, in occasione dell'uscita del primo cinepanettone su Netflix (che è anche il primo senza il compianto Carlo Vanzina).

Ci siamo. Il primo cinepanettone a sbarcare direttamente su Netflix è arrivato. E purtroppo è anche il primo senza a Carlo Vanzina. I protagonisti di Natale a 5 stelle hanno realizzato il video che trovate in testa all’articolo, dove ci parlano dei loro film preferiti dei fratelli Vanzina, da Vacanze di Natale, con “la battuta più bella del mondo mai scritta da un essere umano: ‘E anche questo Natale se lo semo levato dalle palle!’”, dice Riccardo Rossi, a Sapore di Mare, “divertente ma con quella poesia e malinconia tipica dei Vanzina”, racconta Martina Stella.

“I Vanzina hanno rappresentato un‘epoca: se io volessi raccontare gli anni ’80 anche meglio che in un saggio, prenderei otto film dei Vanzina” afferma Massimo Ghini, che nel cinepanettone interpreta il Premier italiano in visita ufficiale in Ungheria mentre si sta avvicinando il Natale.

Oltre ai suoi incontri politici, il Premier intende divertirsi di nascosto con una giovane onorevole dell’opposizione (Martina Stella), in viaggio con la delegazione. Ma quando al Grand Hotel tutto sembra procedere per il meglio, i due amanti si ritrovano con un misterioso cadavere nella suite. Per sbarazzarsene e non finire nel turbine di uno scandalo, vengono aiutati dal portaborse del Premier (Ricky Memphis). E in tutto questo il Presidente del Consiglio parla al telefono con ‘Luigi’ e ‘Matteo’.

“La sceneggiatura di Natale a 5 Stelle l’ho scritta, nelle sue prime versioni, insieme a mio fratello Carlo. Lui non ha potuto firmarla perché il contratto con Lucky Red è avvenuto dopo la sua scomparsa. L’ultima versione, quella diciamo più politica, l’ho scritta da solo” spiega Enrico Vanzina nelle note di scrittura “La forza del copione nasce da due elementi. Il primo è la commedia Out of order di Ray Cooney, dalla quale è tratta. Un meccanismo perfetto, a prova di bomba, al limite del geniale nel suo genere farsesco. Il secondo elemento è l’idea d’inserire all’interno di una farsa un tema di osservazione politica”.

“Mi ci sono messo con tutto il cuore, pensando a lui ogni giorno e a ogni inquadratura” scrive Marco Risi, a cui lo stesso Carlo Vanzina aveva pensato di affidare la regia “… ma non perché cercassi di fare come avrebbe fatto lui ma per capire se qui o là fossi riuscito a farlo ridere; non era facile far ridere Carlo. Secondo me ci sono riuscito, almeno credo”.

Natale a 5 stelle arriva oggi su Netflix.

Leggi anche