Home Cinema Interviste Cinema

La prima volta di Giampaolo Morelli

Dal primo incontro con i Manetti Bros., Coliandro e Lollo Love, al nuovo film 'Gli uomini d'oro': l'attore napoletano è passato in redazione per raccontarci tutte le sue prime volte

Quando ha deciso che avrebbe lasciato la facoltà di Giurisprudenza all’università i suoi non l’hanno presa benissimo. Ma poi le cose sono decisamente cambiate, visto anche il successone dell’Ispettore Coliandro, il poliziotto scorretto e guascone creato dallo scrittore Carlo Lucarelli, che interpreta sul piccolo schermo dal 2006. Giampaolo Morelli è passato in redazione per raccontarci di tutte le sue prime volte: dal primo trucco di magia riuscito al primo incontro con i Manetti Bros., con cui l’attore napoletano ha costruito un sodalizio che è partito proprio da Coliandro. E poi il debutto sullo schermo di Lollo Love, il cantante neomelodico cult che si è inventato per Song’e Napule, per cui ha pensato: “Sono rovinato”.

Fabio De Luigi e Giampaolo Morelli negli ‘Uomini d’oro’

Dopo essere stato tra i protagonisti di A casa tutti bene di Gabriele Muccino e di due commedie (L’agenzia dei bugiardi e Ma cosa ci dice il cervello), Morelli torna al cinema il 7 novembre con Gli uomini d’oro, una riuscitissima crime story ispirata diretta da Vincenzo Alfieri e ispirata a un fatto di cronaca, in cui lo vedremo al fianco di Fabio De Luigi ed Edoardo Leo. Giampaolo veste i panni di Luigi, impiegato postale napoletano trapiantato a Torino con la passione per il lusso e le belle donne, che ha sempre sognato la baby pensione e una vita in vacanza in Costa Rica. Quando capisce che non accadrà, scopre di essere disposto a tutto, persino a rapinare il furgone portavalori che guida tutti i giorni.

Leggi anche