Home Cinema Interviste Cinema

Greta Scarano: «A Venezia 76 porto l’anima di Janis Joplin»

L'attrice, ambassador di Campari al Lido, racconta la sua esperienza nella giuria della Mostra del Cinema e quando ha scoperto per la prima volta la voce di Janis Joplin

La prima volta che ha sentito parlare di Janis Joplin, Greta Scarano era solo una bambina, incuriosita dal cane di un parente e dal suo nome insolito. «Non avevo idea di chi fosse, ero solo una bambina, ma da allora non ho più smesso di ascoltarla», dice l’attrice che presto farà rivivere il mito della cantante in un documentario. Dopo l’esperienza in giuria, l’attrice è tornata a Venezia per una performance nella lounge di Campari – su una terrazza con vista direttamente sul red carpet del Palazzo del Cinema – dove ha presentato il suo progetto dedicato a Janis Joplin e un monologo.

La performance arriva alla fine di un anno particolarmente importante per lei: l’abbiamo vista in Non Mentire e, soprattutto, in una produzione internazionale come quella de Il nome della rosa. Ora è il volto di Campari al Lido, dove ci ha raccontato il suo rapporto con Janis Joplin e i ricordi più belli legati alla Mostra del Cinema.

Altre notizie su:  Greta Scarano Venezia 76