Home Cinema Interviste Cinema

‘Captain Marvel’, la più forte di tutti la tenevano nascosta

Le nostre video-interviste ai protagonisti Brie Larson, Samuel L. Jackson e Jude Law

«Prima che entrassi a farne parte, c’erano già tanti personaggi femminili fantastici nell’universo Marvel. Perciò il fatto che questa sia la prima supereroina ad avere un film tutto suo non mi è sembrata, in sé, una grande novità» ci ha spiegato il premio Oscar Brie Larson, protagonista assoluta di Captain Marvel (da oggi in sala), 21esimo cinecomic della Casa delle Idee. La 29enne attrice americana veste i panni di Carol Danvers, pilota dell’Air Force che diventa invincibile quando il suo Dna viene unito a quello della razza aliena dei Kree. «Ciò che mi interessava era soprattutto la possibilità di portare avanti un tipo di conversazione legata alla rappresentazione della donna e delle sue complessità, mostrando in quali altri modi si può esprimere la forza e quanti nuovi volti può avere l’empowerment».

Brie Larson è Captain Marvel. Foto: Chuck Zlotnick ©Marvel Studios 2019

La storia, ispirata alla serie a fumetti del 2012 di Kelly Sue DeConnick e ambientata negli anni ’90, racconta l’arrivo sulla Terra di Carol e i suoi sforzi di catturare la razza aliena nemica degli Skrull (guidati da un Ben Mendelsohn irriconoscibile sotto il make-up). Ma non è sola, perché ad aiutarla ad esplorare le proprie potenzialità ci sono due mentori speciali: il leader dell’unità Starforce dei Kree (interpretato da Jude Law) e un Nick Fury più giovane (grazie alle magie della computer graphic) e inesperto. «Fury non ha ancora tutte le risposte di cui ha bisogno e scopre che, là fuori, ci sono un altro mondo e altre cose che sono molto più forti e pericolose di quanto avesse mai potuto immaginare» ci ha spiegato Samuel L. Jackson nel corso dell’intervista. «È in questo momento preciso che si rende conto di dover fare qualcosa: ed è così che ha inizio il progetto segreto degli Avengers».

Samuel L. Jackson nei panni di Nick Fury. Foto; Chuck Zlotnick ©Marvel Studios 2019

A chi gli chiede come mai Captain Marvel (la quale, anche a detta di Kevin Feige, è la supereroina più potente di tutti) non sia mai intervenuta nelle battaglie di Iron Man, Captain America e compagni, il 70enne attore americano risponde con una risata: «Lei aveva detto a Fury di chiamarla solo in caso di emergenza. Ma lui ha un’idea di emergenza diversa da chiunque altro, come sappiamo». Che sia proprio Carol Danvers l’unica speranza contro la brutalità di Thanos e il suo schiocco di dita letale? Gli attori non si pronunciano, perciò toccherà aspettare il 24 aprile, quando Avengers – Endgame risponderà a tutte le nostre domande.

Leggi anche