Home Cinema

Imitazioni, cazzotti e jam session: dietro le quinte di ‘Moschettieri del Re’

Dal 27 dicembre sul grande schermo li vedremo rispettivamente nei panni di D'Artagnan, Porthos, Athos e Aramis, ma cosa hanno combinato Favino, Mastandrea, Papaleo e Rubini nel backstage del nuovo film di Giovanni Veronesi? Ve lo raccontiamo noi.

“Tutti per uno, uno per tutti”. Provate a pensarlo con l’accento francese che Pierfrancesco Favino, protagonista della nostra cover di dicembre, ha messo a punto per la sua versione di D’Artagnan e avrete un assaggio di quello vi aspetta al cinema con Moschettieri del Re, il film con cui Giovanni Veronesi rilegge il classico di Dumas strizzando l’occhio ai Brancaleone di Mario Monicelli.

Insomma, prendi il romanzo (d’appendice) più celebre e tradotto della letteratura francese e trasformalo in un film d’avventura che è anche una commedia, “ambizioso pur essendo assolutamente popolare” come spiega Sergio Rubini, alias Aramis, nel backstage che trovate in alto.

Nella Francia del Seicento, la Regina Anna (Margherita Buy) richiama gli amati moschettieri per un’ultima (o penultima?!) missione: salvare il Paese e il sovrano – un giovane e dissoluto Luigi XIV – dalle trame ordite a corte dal perfido Cardinale Mazzarino (Alessandro Haber) insieme alla cospiratrice Milady (Giulia Bevilacqua).

Peccato però che siano passati vent’anni dalle gesta leggendarie degli eroi usciti dalla penna di Alexandre Dumas e che i quattro siano un po’ cinici e parecchio disillusi. Ma soprattutto ormai sono in pensione e a D’Artagnan (Favino), diventato un maialaro sgrammaticato e donnaiolo, tocca andare a recuperarli uno per uno: Porthos (Valerio Mastandrea) si è trasformato in un locandiere ubriacone, Athos (Rocco Papaleo) è un castellano lussurioso e Aramis un frate indebitato che cerca di sfuggire ai creditori. A rimetterli insieme ancora una volta sarà l’amore per la Francia e il ricordo delle avventure vissute insieme. Questa volta però saranno affiancati nelle loro peripezie dall’inscalfibile Servo (Lele Vannoli) muto e da un’esuberante Ancella (Matilde Gioli).

Ma questo lo potrete vedere tutti quanti in sala dal prossimo 27 dicembre. Noi invece vi mostriamo in esclusiva nelle nostre stories e nel video introdotto da Veronesi in persona quello che è successo dietro le quinte, che in un set con 4 grandi attori italiani, un regista esplosivo come Giovanni Veronesi e un compositore di colonne sonore che si chiama Checco Zalone (pardon, Luca Medici, che abbiamo intervistato in esclusiva, e i Gratis Dinner) è tanta roba.

C’è Favino che imita chiunque, che si tratti di Papaleo o di un cavallo, ci sono vere e proprie jam session: ve lo immaginate D’Artagnan che canta e Athos che suona la chitarra? E poi i nostri quattro supereroi scatenati in scene d’azione, ma anche parruccati e armati di ventagli in una lussuosa cena a corte.

Che questo film sia l’inizio di una nuova saga?

Prodotto da Indiana Production insieme a Vision Distribution, Moschettieri del Re – La penultima missione di Giovanni Veronesi arriva nelle sale il 27 dicembre, distribuito da Vision Distribution.

Leggi anche