I nuovi film di Natale in streaming | Rolling Stone Italia
Home Cinema

I nuovi film di Natale in streaming

Il ritorno della (vera) coppia Kurt Russell-Goldie Hawn, la prima LGBTQ+ comedy per le Feste, la rivoluzione del cinepanettone in streaming e gli immancabili family movie. Pacco ricco, mi ci ficco (dal divano)

Goldie Hawn e Kurt Russell in 'Qualcuno salvi il Natale parte seconda'

Foto: Netflix

Holidate di John Whitesell – 28 ottobre (Netflix)

La Treccani prenda appunti per le edizioni future: Holidate è l’appuntamento (più sessuale che romantico) che vale solo per i giorni di festa che non vuoi passare in solitudine. Poi, chi s’è visto s’è visto: almeno fino al prossimo ponte. Così fanno Emma Roberts e Luke Bracey, che s’incontrano per caso al grande magazzino durante un cambio dei regali di Natale e poi decidono di rivedersi per San Valentino, Giorno dell’indipendenza, eccetera eccetera. Ma riusciranno a restare semplici trombamici? Rom-com natalizia che in realtà vale, appunto, per ogni festività. Grande chimica tra i due protagonisti e una spalla da menzionare: Kristin Chenoweth, nei panni della zia “tutta pepe” che a Pasqua si veste da coniglietta.

Christmas Drop: operazione regali di Martin Wood – 5 novembre (Netflix)

La fiera dei buoni sentimenti quest’anno è courtesy of Kat Graham (la Bonnie Bennett di The Vampire Diaries), ormai tra le star certificate delle rom-com festive di Netflix dopo Il calendario di Natale del 2018. Qui è una Scrooge moderna, un’assistente del Congresso che viene incaricata di raggiungere una base militare ai Tropici per fare dei tagli e mettere fine alla tradizione locale di sganciare regali di Natale agli abitanti delle isole circostanti. Ma la nostra incontra il generale figo e sensibile e… vabbè, il resto lo sapete anche senza aver visto il film.

Jingle Jangle: un’avventura natalizia di David E. Talbert – 13 novembre (Netflix)

Il musical delle feste è servito, starring il premio Oscar Forest Whitaker nei panni di un giocattolaio leggendario: quando il suo apprendista gli ruberà la sua creazione più importante, toccherà alla nipote aiutarlo a ritrovare lo spirito del Natale. Originariamente concepito per il teatro, vero e proprio habitat di David E. Talbert, Jingle Jangle è barocchissimo, pieno di coreografie elaborate e con una colonna sonora top con vibe R&B (featuring John Legend). Ah, nel cast c’è pure Ricky Martin. Natale loco.

Qualcuno salvi il Natale seconda parte di Chris Columbus – 18 novembre (Netflix)

Chi l’avrebbe mai detto che l’action man Kurt Russell sarebbe diventato il miglior Babbo Natale degli ultimi anni proprio per quel twist che solo lui poteva aggiungere? E che l’avrebbe pure affiancato una Mamma Natale da antologia, ovvero Goldie Hawn, sua compagna anche nella vita? Basterebbe solo questo per vedere il secondo capitolo della saga targata Netflix. E invece nel Christmas movie di punta del colosso c’è anche l’avventura, con due bambini che aiutano Santa a salvare la baracca natalizia da un elfo terribile. Dirige Chris Columbus, quello di Gremlins, I Goonies, Mamma, ho perso l’aereo e dei primi due Harry Potter.

Nei panni di una principessa: ci risiamo! di Michael Rohl – 19 novembre (Netflix)

Vanessa Hudgens è la vera queen del Natale di Netflix, e da tre anni non manca una festività. Tutto è iniziato nel 2018 con Nei panni di una principessa, storia di una royal europea che scambia la propria identità con quella di una sosia pasticciera di Chicago. Poi, nel 2019, è arrivato Un cavaliere per Natale. E ora Vanessa torna a vestire i panni della principessa, della pasticciera e di una terza sosia arrampicatrice sociale decisamente più trash che vuole rubare la corona alla prima. Il trucchetto è lo stesso, ma a Natale vale tutto.

Natale in città con Dolly Parton di Debbie Allen – 22 novembre (Netflix)

È tutto esagerato, over the top come la cantate country più celebre d’America: Dolly Parton diventa un angelo (!) scintillante, incaricato di riportare alla ragione (e ai buoni sentimenti) il cinico personaggio di Christine Baranski, che, dopo la morte del padre, torna nel paese d’origine per ricavare tutto il possibile dall’eredità. Un po’ Dickens e un po’ musical, con brani originali della Parton (of course) che salvano il film dai cliché e dalla banalità della trama. Country Christmas.

10 giorni con Babbo Natale di Alessandro Genovesi – 4 dicembre (Amazon Prime Video)

L’anno scorso, 10 giorni senza mamma ha fatto 7 milioni e mezzo di euro al botteghino: vuoi non farci un sequel? Quest’anno il botteghino è sospeso, dunque si va in digitale. Ancora papà Fabio De Luigi, mamma Valentina Lodovini, i figli e, stavolta, la guest star Santa Claus: che ha sempre la barba, ma le fattezze meno lapponi di Diego Abatantuono. Dal family movie casalingo si passa all’on the road, ironia della sorte proprio nell’anno in cui siamo costretti alle Feste domestiche. Dirige, as usual, Alessandro Genovesi, tra le nuove certezze della commedia nostrana transgenerazionale.

Fata Madrina cercasi di Sharon Maguire – 4 dicembre (Disney+)

Family movie disneyanissimo con spruzzata di empowerment femminile, che non guasta mai. Questa volta al centro dello scontro tra realtà e fantasia c’è una fata madrina (Jillian Bell): un mestiere semplice, quando alle ragazze bastava il principe azzurro per l’Happily Ever After, e diventato decisamente più complicato in una quotidianità contemporanea in cui la tua protetta è una quarantenne vedova con due figlie (Isla Fisher) che alle fiabe non crede proprio più. Dirige Sharon Maguire, quella di Bridget Jones.

Non ti presento i miei di Clea DuVall – 6 dicembre (Sky)

Titolo italiano sciocchino (l’originale è Happiest Season) ma narrativamente inappuntabile per la prima vera LGBTQ+ comedy delle Feste. Harper (Mackenzie Davis) porta dai genitori la compagna Abby (Kristen Stewart), ma dice loro che è una semplice coinquilina: non è ancora pronta per il coming out in famiglia. Ovviamente tutto, comicamente, si complica. Ma il tono è anche dolceamaro. Anche la regia dell’attrice Clea DuVall è indecisa tra dramma e farsa, ma il ritmo c’è, il cast è in formissima (Alison Brie, Mary Steenburgen, ma la sorpresa è la “sorella” Mary Holland) e il dibattito inevitabile. Su Twitter è già partita una petizione per far mettere insieme, nell’eventuale sequel, Abby con la ex di Harper: cioè Riley, interpretata da una favolosa (e sexyssima) Aubrey Plaza.

In vacanza su Marte di Neri Parenti – 13 dicembre (on demand)

Indignazione preventiva (come sempre) per il ritorno di Boldi e De Sica nel cinepanettone “made in Neri Parenti”. Ma c’è ben poco da scandalizzarsi: è solo una “balla spaziale” in cui il primo, per un guasto tecnico dell’astronave, diventa il figlio del secondo. Che sul Pianeta Rosso ormai colonizzato (siamo nel 2030) ha deciso di sposare una ricca signora. Se la reunion di due anni fa (Amici come prima, directed by Christian) era una commedia a suo modo struggente, qua si torna alle gag scatologiche e affini. Gran cast femminile: Lucia Mascino, Paola Minaccioni, Fiammetta Cicogna e Lady Milena Vukotic. E comunque, diciamolo: vedere il cinepanettone non più in una sala piena ma dal divano è in ogni caso un fatto rivoluzionario.

Natale in casa Cupiello di Edoardo De Angelis – 22 dicembre (Rai 1)

Il 15 gennaio del 1962 andava in onda sulla Rai la prima trasposizione televisiva di una delle pièce più famose di Eduardo De Filippo, starring Eduardo stesso. Il giorno di Natale del 1977, altro adattamento per il piccolo schermo (forse il più famoso) sempre con protagonista il re della commedia napoletana. A 43 anni di distanza, torna la traduzione su Rai 1 con la versione firmata da Edoardo De Angelis, già regista di Indivisibili e Il vizio della speranza. E tutto è, miracolo di Natale!, all’altezza dell’originale: la confezione, gli attori (su tutti Sergio Castellitto e Marina Confalone), la sociologia in cui ogni famiglia italiana può in qualche modo riconoscersi. Guardandosi dal divano.