Home Cinema

I film più attesi del 2021

Doppio Timothée Chalamet (‘The French Dispatch’ di Wes Anderson e ‘Dune’ di Denis Villeneuve), il nuovo ‘Matrix’, il rimandatissimo Bond e un triplete italiano: Moretti, Manetti & Mainetti. Dai che è un anno buono

Timothée Chalamet in 'The French Dispatch' di Wes Anderson

Black Widow di Cate Shortland

Mentre noi ancora aspettiamo Wonder Woman 1984 – uscito negli Stati Uniti a Natale in streaming e nelle (poche) sale aperte – sta per arrivare l’altro colosso femminista inizialmente previsto per il 2020. Cioè lo spin-off sulla vendicatrice Natasha Romanoff/Vedova Nera, alias Scarlett Johansson. Le prime immagini paiono confortanti, così come il cast: accanto alla protagonista ci sono Rachel Weisz, David Harbour e la lanciatissima Florence Pugh. Dalla Russia con furore. Uscita prevista: 7 maggio 2021.

Diabolik dei Manetti Bros.

Lo aspettavamo lo scorso 31 dicembre, lo vedremo chissà quando. Il cinecomic all’italiana starring Luca Marinelli (il ladro occhi di ghiaccio del titolo), Miriam Leone (Eva Kant) e Valerio Mastandrea (l’ispettore Ginko) è uno dei blockbuster annunciati del botteghino nostrano: quando riaprirà, se riaprirà. E anche il film “definitivo” dei Manetti Bros., che da anni fanno di tutto per portare sullo schermo la loro personalissima versione delle strisce delle sorelle Giussani. Aspettiamo fiduciosi. Uscita prevista: ancora non si sa.

Dune di Denis Villeneuve

Dopo le polemiche sollevate dal regista Denis Villeneuve sulla scelta di Warner Bros. di distribuire il suo film direttamente sulla piattaforma HBO Max, ancora non si sa se il reboot avrà una vita anche nelle sale. L’attesa resta comunque altissima. Dopo il (sottovalutato) sequel Blade Runner 2049, l’autore canadese si confronta con un altro cult. E, tra prime immagini e attori coinvolti (Timothée Chalamet, Zendaya, Oscar Isaac, Josh Brolin), potrebbe non fallire nemmeno stavolta. Uscita prevista: 21 ottobre 2021.

Freaks Out di Gabriele Mainetti

Dopo i Manetti, Mainetti. Con un fantasy a sfondo Secondo guerra mondiale. Sulla carta, l’opera seconda del regista di Lo chiamavano Jeeg Robot era già ambiziosissima: le prime (magnifiche) sequenze sembrano dimostrare che il risultato sarà più che all’altezza. Resta solo da capire quando arriverà nelle sale. Torna Claudio Santamaria (ma in versione uomo scimmia), più Giorgio Tirabassi e il nuovo golden boy del nostro cinema: Pietro Castellitto (goes ossigenato). Can’t wait. Uscita prevista: da definire.

The French Dispatch di Wes Anderson

Avrebbe dovuto aprire Cannes 2020, si ritrova col “bollino” del Festival ma senza Montée des marches. O magari sarà la prossima. Wes Anderson in purezza e in trasferta: al centro, c’è la succursale francese di un magazine americano. Gli interpreti, in rigoroso ordine alfabetico: Adrien Brody, Timothée Chalamet, Willem Dafoe, Benicio del Toro, Anjelica Huston, Frances McDormand, Elisabeth Moss, Bill Murray, Edward Norton, Saoirse Ronan, Liev Schreiber, Tilda Swinton, Christoph Waltz, Owen Wilson. E non sono tutti. Uscita prevista: Cannes 2021?

The Matrix 4 di Lana Wachowski

Si fa, non si fa, si fa, non si fa: si fa. Dopo il flop Jupiter – Il destino dell’universo e la serie a suo modo cult Sense8, Lana Wachowski dirige in solitaria, cioè senza la sorella Lilly, il quarto capitolo della saga che ha rivoluzionato la sci-fi a cavallo dei ’90 e dei 2000. Tornano Keanu Reeves e Carrie-Anne Moss nelle loro tenute total-black. E, soprattutto, con i loro combattimenti pirotecnici. Anche questo, al momento, andrà direttamente su HBO Max. Uscita prevista: 22 dicembre 2021.

No Time to Die di Cary Joji Fukunaga

Non è tempo di morire, ma certo la vita di questo Bond (l’ultimo con Daniel Craig) è tutt’altro che facile. Era atteso nell’aprile del 2020: pandemia. È stato spostato a novembre 2020: ancora pandemia. Ora che il vaccino è arrivato, l’agente 007 potrà forse sconfiggere il suo vero nemico: il Covid-19. Prosegue la storia action-mélo (e sullo sfondo, stavolta, dei Sassi di Matera) tra il protagonista e la scienziata Léa Seydoux. Ma c’è un nuovo villain: Rami “Bohemian Rhapsody” Malek. Uscita prevista: 2 aprile 2021.

Top Gun: Maverick di Joseph Kosinski

Mentre Tom Cruise sbraita sul set di Mission: Impossible 7 (!) perché siano garantiti i distanziamenti (e gli stipendi), noi ancora siamo qua trepidanti per il seguito del suo cult più cult di sempre. O poco ci manca. Tra giubbotti di pelle e Ray-Ban, le avventure aereo-sentimentali del pilota Pete Mitchell hanno fatto storia e scuola. E il trailer di questo ritorno promette benissimo. Sperèm. Uscita prevista: 2 luglio 2021.

Tre piani di Nanni Moretti

Anche il nuovo film di Nanni Moretti, il suo primo soggetto non originale (è ispirato al romanzo omonimo dell’israeliano Eshkol Nevo), era in predicato per la Croisette. Lo vedremo, probabilmente, a Cannes 2021. Intanto, abbiamo seguito la lavorazione sul meraviglioso profilo Instagram dell’autore, quasi una diretta dal set. Cast super: Riccardo Scamarcio, Margherita Buy, Alba Rohrwacher, Adriano Giannini, Elena Lietti, Tommaso Ragno, lo stesso Nanni e molti altri. Uscita prevista: primavera?

West Side Story di Steven Spielberg

Pensato come film di Natale dell’annus horribilis 2020, è un progetto insolito per Mr. Spielberg. Non solo perché è un musical, genere con cui non si è mai misurato (ma sappiamo che può fare tutto). Ma anche perché è il rifacimento di un classico, diretto da Jerome Robbins e Robert Wise, vincitore di ben dieci Oscar. Se la splendida musica di Leonard Bernstein non si aggiorna, si “millennializza” il cast: Ansel Elgort e Rachel Zegler sono Tony e Maria; ma c’è pure l’indimenticata Rita Moreno dell’originale. Uscita prevista: 10 dicembre 2021.