I film da vedere ad agosto 2021 | Rolling Stone Italia
Home Cinema

I film da vedere ad agosto 2021

Horror già cult sulla carta (il remake di ‘Candyman’ prodotto da Jordan Peele) e divertissement all’italiana (‘Il mostro della cripta’). Ma anche i nuovi film di Ryan Reynolds e Hugh Jackman e il ritorno di ‘Suicide Squad’ e ‘Come un gatto in tangenziale’. Il cinema d’estate non va in vacanza

Yahya Abdul-Mateen II in ‘Candyman’

Foto: Universal Pictures

The Suicide Squad – Missione suicida di James Gunn – al cinema dal 5 agosto

Questo film «è quello che è», per usare le parole del regista James Gunn. Cioè, non è un sequel né un reboot di quello di David Ayer del 2016. Ma schiera gli stessi protagonisti o quasi – Harley Quinn (Margot Robbie), Rick Flag (Joel Kinnaman), Captain Boomerang (Jai Courtney), più Bloodsport (Idris Elba) e Peacemaker (John Cena) – che usano la Task Force X per evadere dal carcere di massima sicurezza in cui sono rinchiusi i supervillain. All’appello mancano Will Smith/Deadshot e Jared Leto/Joker, ma c’è ancora Viola Davis, alias l’agente governativa che li tiene sotto controllo.

Free Guy – Eroe per gioco di Shawn Levy – al cinema dall’11 agosto

Stessi produttori e stesso divo di Deadpool per un film decisamente più a misura di famiglie. Il “Guy” del titolo è il protagonista del popolare videogioco Free City. Ma arrivano due hacker a dirgli che la sua vita è, appunto, soltanto un videogame; e lui dovrà davvero diventare un eroe per salvarsi (e salvare il gioco). Tra The Truman Show e il (brutto) Pixels con Adam Sandler, un altro one-man-show al servizio di Reynolds.

The Kissing Booth 3 di Vince Marcello – 11 agosto (Netflix)

Ultimo capitolo della teen-saga amatissima in patria (e non solo) con protagonista Joey King. Che, nei panni di Elle Evans, si trova davanti a una delle decisioni più importanti della sua vita: andare al college con l’eterno migliore amico Lee (Joel Courtney) oppure trasferirsi dall’altra parte del Paese insieme a Noah (Jacob Elordi), il ragazzo di cui è innamorata? Ma prima c’è un’estate che può cambiare tutto…

Il mostro della cripta di Daniele Misischia – al cinema dal 12 agosto

Chissà se, a un certo punto, Lillo spunterà dalla cripta del titolo per dire: «So’ Lillo!». È il volto cult di LOL – Chi ride è fuori uno degli interpreti di questo horror all’italiana, accanto ai giovani Tobia De Angelis e Amanda Campana. Al centro della vicenda, un adolescente degli anni ’80 (nostalgia canaglia) che trova strane analogie tra il suo fumetto preferito e i fattacci che accadono nel paesino in cui vive. Producono i Manetti Bros.: c’è da fidarsi.

Beckett di Ferdinando Cito Filomarino – 13 agosto (Netflix)

Dopo il folgorante debutto con Antonia., arty-biopic sulla poetessa milanese Antonia Pozzi (un’eccellente Linda Caridi), Ferdinando Cito Marino fa il salto su scala internazionale. E dirige un intrigo politico che vede al centro l’uomo del titolo, turista americano che, in seguito a un tragico incidente stradale in Grecia, si ritrova coinvolto in un pericoloso complotto. A interpretarlo c’è il John David Washington di Tenet, al suo fianco il premio Oscar Alicia Vikander, Boyd Holbrook (Narcos) e Vicky Krieps (Il filo nascosto).

Fast & Furious 9 – The Fast Saga di Justin Lin – al cinema dal 18 agosto

Vin Diesel & Co. tornano per la nona (!) avventura delle scorribande action di Dom Toretto e soci. Solite sequenze mozzafiato in location in giro per il mondo (qua si va da Londra a Siviglia), ironia piazzata qua e là per respirare un po’, e volti cari alla saga: dalla veterana Michelle Rodriguez a Charlize Theron, new entry del capitolo precedente alias la cyberterrorista Cipher. E non finisce qui…

La ragazza con il braccialetto di Stéphane Demoustier – al cinema dal 19 agosto

Lisa ha 18 anni e un braccialetto elettronico alla caviglia. Accusata due anni prima del presunto omicidio della sua migliore amica, attende il processo a casa dei genitori. Loro la sostengono, ma al contempo non capiscono chi sia davvero la figlia. La domanda sottesa a questo legal drama è: conosciamo veramente chi amiamo? Nel cast, tante facce care ai cinéphile (non solo) francesi: Roschdy Zem, Anaïs Demoustier, Chiara Mastroianni.

Sweet Girl di Brian Andrew Mendoza – 20 agosto (Netflix)

Il kolossale Jason Momoa, che presto tornerà a (s)vestire i panni di Aquaman nel seguito del film del 2018, torna su Netflix con un altro ruolo ad altissima carica testosteronica. Ovvero quello dell’eroe di tutti i giorni che, dopo essere rimasto vedovo, cerca a tutti i costi di vendicarsi. E, soprattutto, di proteggere la cosa più cara che gli è rimasta: la figlia.

Frammenti dal passato – Reminiscence di Lisa Joy – al cinema dal 26 agosto

Svolta sci-fi per Hugh Jackman, che si ritrova, nell’anno 2030, in una Miami sommersa dalle acque per colpa del riscaldamento globale. Nicolas, il suo personaggio, è un “detective dei ricordi”: ovvero un uomo che fa rivivere ai suoi clienti le loro emozioni passate. La sua vita viene però sconvolta quando una donna lo porta a riconsiderare il suo stesso passato. Nel cast anche Rebecca Ferguson e Thandie Newton.

Candyman di Nia DaCosta – al cinema dal 26 agosto

Era attesissimo già l’anno scorso, il remake dello stracult anni ’90 prodotto dal nuovo Re Mida dell’horror Jordan Peele (quello di Scappa – Get Out e Noi – Us). Ma poi è arrivata una creatura ancora più inquietante: il Covid. Ecco finalmente nelle sale questo rifacimento super scary e super stylish di un classico di Serie B molto amato dai cultori. Che sono già pronti a venerare anche questo.

Falling – Storia di un padre di Viggo Mortensen – al cinema dal 26 agosto

Esordio dietro la macchina da presa per Viggo Mortensen, che dirige sé stesso nei panni di un uomo gay di mezza età che deve fare i conti con il padre anziano e malato (Lance Henriksen) che non ha mai accettato la sua omosessualità. Tra deriva presente e flashback dal passato (in cui il padre è interpretato dallo Sverrir Gudnason di Borg McEnroe), un dramma classico, senza troppa originalità ma neanche sbavature.

Come un gatto in tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto di Riccardo Milani – al cinema dal 26 agosto

A volte ritornano. Dopo lo straordinario successo del “prototipo” uscito nel 2017, Antonio Albanese e Paola Cortellesi riprendono i ruoli di Giovanni, che vive nel centro storico di Roma, e Monica, l’ex cassiera di periferia. Il sequel è ambientato tre anni dopo la fine dell’improbabile love story tra i due, durata anch’essa… come un gatto in tangenziale. Ci sarà un ritorno di fiamma o saranno destinati a restare due mondi troppo diversi per incontrarsi?