Home Cinema

I film da vedere a giugno (in streaming, per ora)

Un nuovo film con il redivivo Shia LaBeouf, Spike Lee e i suoi veterani del Vietnam, una commedia demenziale sull'Eurovision. Ma pure Miriam Leone e (finalmente) l'ultimo di Xavier Dolan

Gabriel D'Almeida Freitas e Xavier Dolan in 'Matthias & Maxime'

Dopo il matrimonio di Bart Freundlich – dal 30 maggio su MioCinema e Sky Primafila Premiere

Il film omonimo della danese Susanne Bier uscito nel 2006 diventa un remake (pardon, reboot) made in USA. E anche il palcoscenico perfetto per un duello tra primedonne di Hollywood: Julianne Moore vs. Michelle Williams, nuovo e vecchio amore dello stesso uomo (Billy Crudup). Genere “segreti e bugie”, di quelli che però è meglio non svelare: almeno a chi non ha visto l’originale. Dirige Bart Freundlich, marito di Moore: tutto in famiglia, come gli affari del plot.

In viaggio verso un sogno – The Peanut Butter Falcon di Tyler Nilson e Michael Schwart – dal 1 giugno on demand e su #iorestoinSALA

Rimasto al palo per mesi, arriva finalmente in streaming questo on the road sui generis con un bel terzetto protagonista: il redivivo (per fortuna!) Shia LaBeouf, la sempre deliziosa Dakota Johnson e la new entry Zak Gottsagen, ragazzo affetto da sindrome di Down che ruba la scena a entrambi. Il film è diventato un cult nel circuito indie USA, anche grazie alla bella colonna sonora del collettivo composto da Zachary Dawes, Noam Pikelny, Jonathan Sadoff e Gabe Witcher.

The Last Days of American Crime di Olivier Megaton – dal 5 giugno su Netflix

Alla base c’è il fumetto omonimo dell’americano Rick Remender, alla regia il francese Olivier Megaton segnalatosi nell’action per alcuni capitoli della saga Io vi troverò, il protagonista è il venezuelano Édgar Ramírez, fu Gianni Versace nella seconda stagione di American Crime Story by Ryan Murphy. Melting-pot testosteronico per questo thriller sull’ennesima rapina del secolo (ormai abbiamo perso il conto). Fortuna c’è il governo USA, che vuole sgominare per sempre il crimine internazionale. Basta crederci.

L’amore a domicilio di Emiliano Corapi – dal 10 giugno su Amazon Prime Video

Anna e Renato s’incontrano per caso e finiscono subito a letto. Però lei è agli arresti domiciliari, e tutto si complica. Esiste una (nuova) via alla rom-com all’italiana (meglio: all’amatriciana)? Questo film, direttamente in digitale grazie ad Amazon, parrebbe dimostrare di sì. Grazie soprattutto all’alchimia tra l’ormai diva Miriam Leone e il sempre più lanciato Simone Liberati, già visto in Cuori puri e La profezia dell’armadillo. Chi ha già visto il film li vorrebbe subito di nuovo insieme sullo schermo.

Abbi fede di Giorgio Pasotti – dall’11 giugno su RaiPlay

Tra i film inediti del catalogo primaverile di RaiPlay, inaugurato dall’adorabile Magari di Ginevra Elkann, c’è pure l’opera seconda di Giorgio Pasotti: l’esordio – Io, Arlecchino del 2014 – non l’ha visto nessuno. Stavolta il regist-attore, anche tra i volti del film, alza la posta e firma un’opera “internazionale”. Co-produzione difatti italo-austriaca, per questa commedia degli equivoci su sfondo di chiesetta sul cucuzzolo della montagna (più comunità di recupero annessa). Nel cast anche Claudio Amendola, che è sempre un piacere.

Artemis Fowl di Kenneth Branagh – dal 12 giugno su Disney+

In attesa del nuovo Assassinio sul Nilo (nelle sale, forse, quest’inverno), Kenneth Branagh sforna un altro titolo Disney per ragazzi dopo il clamoroso successo di Cenerentola con la matrigna Cate Blanchett. Ambiziosamente venduto come il nuovo Harry Potter, il film tratto dai primi due romanzi dell’omonima saga di Eoin Colfer è un fantasy a misura di bambino. E anche il primo blockbuster che sbarca direttamente su Disney+ senza passare dalle sale: già questa è una piccola rivoluzione.

Da 5 Bloods – Come fratelli di Spike Lee – dal 12 giugno su Netflix

Pure Spike Lee passa allo streaming. Dopo l’Oscar per BlacKkKlansman, Mr. Fa’ la cosa giusta sforna un altro titolo all-black che s’interroga sul recente passato di una minoranza etnica e di una nazione tutta. I cinque ex ragazzi del titolo tornano stavolta in Vietnam, alla ricerca del compagno perduto in guerra (e delle memorie sepolte). Attesa altissima, anche per il cast che unisce vecchie e nuove glorie afro, da Delroy Lindo a Chadwick “Black Panther” Boseman.

Eurovision Song Contest – La storia dei Fire Saga di David Dobkin – dal 26 giugno su Netflix

Nell’anno dell’Eurovision saltato causa Covid, il contest più kitsch-cult del Vecchio Continente arriva direttamente su Netflix. Con una commedia musical-demenziale che mette al centro quelli che sembrano due Jalisse d’Islanda: gli immaginifici Lars Erickssong e Sigrit Ericksdottir, interpretati dall’inedita coppia Will Ferrell-Rachel McAdams. Spalle di lusso: Pierce Brosnan e Demi Lovato. Cult o scult? Vedremo, ma la loro Volcano Man suona già come una hit.

Matthias & Maxime di Xavier Dolan – dal 27 giugno su MioCinema

Dopo il flop “americano” La mia vita con John F. Donovan, l’eterno enfant prodige Xavier Dolan (ancora: ha solo 31 anni, e già due premi della giuria a Cannes in saccoccia) torna ai territori che l’hanno reso celebre. Letteralmente: il suo Canada, e la storia di due amici che forse sono qualcosa di più (uno dei quali interpretato dallo stesso regista). Presentato anche questo sulla Croisette l’anno scorso, è il titolo che ha riconciliato la critica con l’autore di Mommy. Che si riconferma uno dei nomi imprescindibili della scena internazionale.