Home Cinema Anteprime Cinema

‘Playground Addiction’, un corto racconta il basket come strumento d’integrazione

In anteprima su Rolling Stone il cortometraggio girato dal collettivo Nicama che racconta la storia del campo di Sempione, a Milano, un luogo dove «non ci sono bianco o nero, solo la palla e la partita»

Quello di Sempione non è un campo da basket normale. È un luogo particolare, dove ogni giorno ragazzi di tutto il mondo si sfidano e sperimentano l’integrazione e la conoscenza reciproca, un crocevia di storie e comunità e, in un certo senso, una comunità esso stesso. «Basta che la palla inizi, non c’è più nero o bianco. C’è la palla e o vincere o perdere», dice Omar, giovane senegalese tra i protagonisti di Playground Addiction, il corto di Carlo Furgeri Gilbert, Marzio Mirabella e Niccolò Rastrelli (parte del collettivo Nicama) dedicato alla storia di questo luogo così importante per i ragazzi della zona.

Per raccontare il campetto, i registi l’hanno frequentato tutti i weekend per un anno. «Per noi girare questo film è stata un’esperienza», spiegano. «Raccontiamo storie perché ci aiutano a capire il mondo in cui viviamo. Frequentare quel campo ogni settimana ci ha dato modo di entrare in una realtà spesso snobbata e forse incompresa. È stato anche un piacere poter collaborare con amici musicisti come i Selton e Tommaso Colliva: hanno dato un contributo originale al film definendone mood e ritmo».

Dopo aver girato il circuito dei festival internazionali, e i premi conquistati al FipaDoc di Biarritz e allo Sport Governance Festival del Comitato Olimpico Olandese, Playground Addiction sarà online gratis fino alla fine di aprile. Potete vederlo in anteprima qui sul sito di Rolling Stone.

Leggi anche