Home Cinema

10 film in streaming per la notte di Halloween

‘Dolcetto o scherzetto’ quest’anno si fa in semi-lockdown? Ecco come festeggiare comunque, mascherati sul divano

Anjelica Huston e Raúl Juliá nella ‘Famiglia Addams’ (1991)

Foto: FilmPublicityArchive/United Archives via Getty Images

You’ll Find Out (1940) di David Butler – su RaiPlay

Kay Kayser, musicista e conduttore radiofonico popolarissimo nell’America degli anni ’30-’40, è contornato dalle più note personalità del cinema di paura, che si autocitano ironicamente: Bela Lugosi (già Conte Dracula), Boris Karloff (indimenticato Frankenstein) e Peter Lorre (protagonista dell’orrore d’autore M – Il mostro di Düsseldorf di Fritz Lang). Ne esce una comedy horror di culto, vera chicca del catalogo RaiPlay. Come Zombies on Broadway (1945) di Gordon Douglas, che ne ripercorre la formula. Per una nottata cinéphile.

Anima persa (1977) di Dino Risi – su RaiPlay

Altra chicca su RaiPlay. Ovvero, l’horror che da Dino Risi non ti aspetti. Il piccolo Tino va ad abitare a Venezia dagli zii Fabio (Vittorio Gassman) ed Elisa (Catherine Deneuve). Si accorgerà ben presto che la bella casa tra i canali è (forse) posseduta da oscure presenze. Dal romanzo di Giovanni Arpino, un’opera ancora oggi piuttosto sorprendente, soprattutto considerata la filmografia del regista del Sorpasso. E con un inedito Gassman in versione grandguignol, che perfidamente si diverte e ci diverte.

Suspiria (1977) di Dario Argento – su Amazon Prime Video

Il film ad oggi internazionalmente più celebrato, imitato, studiato di Dario Argento. La storia della ballerina Susy Benner (Jessica Harper) finita nell’accademia di danza stregata di Friburgo ha anticipato visivamente gran parte dell’immaginario filmico (ma anche degli spot e dei videoclip) successivo. Il risultato – complici le musiche stracult dei Goblin – non sembra invecchiato di una virgola. Ne è prova il recente reboot di Luca Guadagnino, che se ne distanzia anche per sottolinearne ancora una volta la modernità. Pure il nuovo Suspiria è su Prime Video: visto il semi-lockdown, è consigliata la maratona stregata.

Hellraiser – Non ci sono limiti (1987) di Clive Barker – su Amazon Prime Video

Scrittore, fumettista e illustratore di assoluto culto, Clive Barker esordisce dietro la macchina da presa con uno degli horror (tratti da un suo romanzo breve) più seminali di sempre. Una scatola maledetta ti fa accedere al mondo dei morti: Frank lo fa, ma poi deve capire come tornare indietro. Questo raccontato in estrema sintesi, ma conviene (ri)vederlo per rinnovare il terrore. Che è anche sfrenatamente estetico. Nove (!) sequel più o meno apocrifi, ma come l’originale nessuno mai.

La famiglia Addams (1991) di Barry Sonnenfeld – su Netflix

Era difficile, se non impossibile, rifare il telefilm adoratissimo dalle platee di mezzo mondo, dagli anni ’60 in poi. Barry Sonnenfeld – già direttore della fotografia dietro Blood Simple – Sangue facile dei fratelli Coen e la superdoppietta di Rob Reiner Harry, ti presento Sally… e Misery non deve morire – sceglie questo rischiosissimo progetto addirittura come debutto da regista. E fa centro, con un film sbancabotteghini che rinfresca il mito. In questo family movie darkissimo, il merito va soprattutto al cast, tutt’oggi ineguagliato: Anjelica Huston (Morticia), Raúl Juliá (Gomez), Christopher Lloyd (lo zio Fester), ma la vera sorpresa è la Mercoledì di Christina Ricci, da allora maschera di Halloween imperitura.

Hocus Pocus (1993) di Kenny Ortega – su Disney+

La notizia è che, proprio ora che il primo episodio è tornato inaspettatamente a incassare, si sta realizzando un sequel. Gli early millennial ringraziano, dato l’affetto ancora enorme nei confronti del fantasy starring Bette Midler, Sarah Jessica Parker e Kathy Najimy. Ovvero le tre sorelle Sanderson, streghe condannate all’impiccagione nel XVII secolo che trecento anni dopo, ovviamente durante la notte di Halloween, vengono risvegliate da una ragazzina. Più dolcetto (disneyano) che scherzetto (horror): ma, se il film in questione è un tale caposaldo della cultura pop, il 31 ottobre va benissimo passarlo anche così.

Nightmare Before Christmas (1993) di Henry Selick e Tim Burton – su Disney+

Dal genio di Tim Burton (ma sotto la regia del prodigioso animatore Henry Selick), il film di Halloween per eccellenza. Divertente, struggente, magnificamente pensato, diretto, musicato: non c’è nulla che non sappia renderlo (fin dall’esatto momento della sua uscita, va detto) un classico senza tempo. Jack Skeletron (doppiato in italiano da Renato Zero: e, per una volta, la traduzione funziona) è il personaggio che, a colpi di tenerezza, salva la notte più nera dell’anno. Ogni maledettissimo anno.

L’alba dei morti dementi (2004) di Edgar Wright – su Amazon Prime Video

Un’altra via all’horror formato commedia. È quella di Edgar Wright, idolo della scena british che, in questo primo capitolo della cosiddetta “Trilogia del cornetto” (gli altri sono Hot Fuzz, del 2004, e La fine del mondo, 2013), affida ai consueti Simon Pegg e Nick Frost il compito di combattere, demenzialmente, gli zombie. Ne esce un tourbillon inarrestabile ed esplosivo, entrato di diritto nella mitologia del genere. E con padrini di lusso: «Penso che L’alba dei morti dementi sia una vera bomba. Mi è piaciuto moltissimo», ebbe a dichiarare nientemeno che George A. Romero, citato espressamente nel film. Più di così…

Halloween (2018) di David Gordon Green – su Amazon Prime Video

Si può rifare John Carpenter? Probabilmente no. Ma si può ripensare la sua pietra miliare, che ha inaugurato uno dei filoni horror più proficui di sempre, in una chiave che è insieme omaggio e rilettura contemporanea. Applausi a David Gordon Green, autore dalle alterne fortune che qui invece riesce nell’impresa assai ardua di riprendere tutti gli stilemi dell’originale e dar loro nuova vita. A cominciare dai protagonisti: la scream queen Laurie Strode interpretata da Jamie Lee Curtis e il serial killer Michael Myers di Nick Castle. All’undicesimo (ebbene sì) capitolo, finalmente un film capace di rendere giustizia al capostipite.

Hubie Halloween (2020) di Steven Brill – su Netflix

L’ultimo arrivato, nel nutritissimo elenco di Halloween movies, c’ha scritta la “data” pure nel titolo, per non sbagliare. Ed è un’altra farsa – commissionata da Netflix quando l’idea della pandemia era ancora lontana – al servizio di un comedian debordante. Adam Sandler ritrova il regista di Little Nicky – Un diavolo a Manhattan e Mr. Deeds e veste i panni dell’addetto alla sicurezza del suo quartiere durante la notte delle streghe. Ma stavolta gli orrori (si fa per dire) sono assolutamente reali. Halloween in famiglia? Questo è il titolo che fa per voi.

Altre notizie su:  halloween