Le serie da vedere a gennaio 2023 | Rolling Stone Italia
What's On

Le serie da vedere a gennaio 2023

Il titolo più atteso del 2023 (vedi foto), un nuovo adattamento da Elena Ferrante, la versione italiana di 'Chiami il mio agente!'. Ma anche lo show di Lillo e un noir nordico by Nicolas Winding Refn

Pedro Pascal e Bella Ramsey in 'The Last of Us'

Foto: HBO/Sky

La vita bugiarda degli adulti
Netflix4 gennaio

Dal bestseller di Elena Ferrante, il coming of age tra infanzia e adolescenza di Giovanna (Giordana Marengo). Tra due Napoli: quella di sopra, in cui è nata e cresciuta, e quella di sotto, che l’innominabile (in famiglia) zia Vittoria, disobbediente e libera, le fa scoprire a 15 anni. La protagonista oscilla tra alto e basso, in una dinamica da nemiche/amiche con questa zia così ingombrante (che ha il magnifico volto di Valeria Golino), alla ricerca di se stessa. Regia di Edoardo De Angelis.

Sono Lillo
Prime Video5 gennaio

Da tormentone della prima stagione di LOL – Chi ride è fuori a serie “presso se stesso” il passo è breve per Posaman, il supereroe che si spara le pose come nessuno, alias “So’ Lillo”. Il successo ha i suoi risvolti negativi, ed è arrivato il momento di scegliere tra fama e vita privata. Accompagnato dai comici più amati della scena contemporanea, da Pietro Sermonti a Paolo Calabresi, da Caterina e Corrado Guzzanti a Valerio Lundini, Lillo cercherà di ritrovare se stesso.

Copenhagen Cowboy
Netflix5 gennaio

Poetico noir nordico al (solito, bellissimo) neon by Nicolas Winding Refn che segue un’enigmatica giovane eroina, Miu (Angela Bundalovic), negli inferi criminali di Copenaghen. Dopo essere stata venduta per una vita come portafortuna umano, la ragazza con misteriose capacità soprannaturali cerca giustizia e vendetta nei confronti di chi le ha fatto del male. Come la sua nemesi, Rakel, che l’ha tradita molto tempo fa e ora deve pagare. Chiunque si metta sulla strada di Miu, nuovo alter-ego di Winding Refn, è un ostacolo. E lei non ha nessuna intenzione di fermarsi.

Koala Man
Disney+9 gennaio

Il Koala Man del titolo è Kevin, padre di mezza età, e la sua identità non tanto segreta. Il suo unico superpotere è quello di avere una passione bruciante per il rispetto delle regole e la lotta alla piccola criminalità del sobborgo australiano in cui vive. Che può sembrare un posto dimenticato da Dio, e invece le forze del male sono in agguato per colpirne gli ignari abitanti. Ma Koala Man è pronto a tutto per sconfiggere menti malvagie, orrori soprannaturali o peggio: gli idioti che non portano fuori i bidoni della spazzatura nei giorni giusti. Nel cast di doppiatori c’è anche Hugh Jackman.

Ecco a voi i Chippendales
Disney+11 gennaio

Scandal true crime che racconta la storia di Somen “Steve” Banerjee, un immigrato indiano che è diventato l’improbabile fondatore del più grande impero di spogliarellisti al mondo. Il protagonista ha il volto di Kumail Nanjiani e il resto del cast comprende il Murray Bartlett di The White Lotus, una rediviva Juliette Lewis (dopo Yellowjackets) e Annaleigh Ashford. Un po’ Magic Mike a Bollywood.

La porta rossa 3
Rai 211 gennaio

Ce la farà il nostro commissario Cagliostro, alias Lino Guanciale, a oltrepassare finalmente il confine con il mondo dei vivi? C’è ancora qualcosa che lo trattiene sulla Terra, un altro mistero su cui dovrà indagare per far luce sulle circostanze della propria morte e trovare finalmente in pace. Il supernatural crime thriller all’italiana ambientato a Trieste torna con la terza (e probabilmente) ultima stagione insieme a tutto il cast, da Gabriella Pession a Valentina Romani, da Elena Radonicich a Pierpaolo Spollon.

Che Dio ci aiuti 7
Rai 112 gennaio

Altro giro, altro Spollon, questa volta sulla rete ammiraglia della Rai di nuovo nei panni dello psichiatra Emiliano (detto Emily), protagonista di stagione insieme all’eterna novizia interpretata da Francesca Chillemi. Quali mirabolanti avventure aspetteranno i nostri eroi, Suor Angela (Elena Sofia Ricci) e Suor Costanza (Valeria Fabrizi) al Convento degli Angeli? Basta anche solo Orietta Berti come guest star per dire: sì.

The Last of Us
Sky e NOW16 gennaio (in contemporanea con gli USA)

La serie più attesa del 2023, senza se e senza ma. Basata sull’omonimo videogioco per PlayStation bestseller in tutto il mondo, la storia si svolge vent’anni dopo la distruzione della civiltà moderna. Joel, un sopravvissuto, viene incaricato di far uscire Ellie, una ragazza di 14 anni, da una zona di quarantena opprimente. I due dovranno affrontare un viaggio brutale e straziante, dipendendo l’uno dall’altro. Il casting di Pedro Pascal e Bella Ramsey promette scintille.

Call My Agent – Italia
Sky e NOW20 gennaio

La satira français cult sullo showbiz ha contagiato anche l’Italia, tanto che Paola Cortellesi, Paolo Sorrentino, Pierfrancesco Favino e Anna Ferzetti, Matilda De Angelis, Stefano Accorsi e Corrado Guzzanti – insomma la serie A del nostro cinema – si sono prestati al gioco come guest star. L’agenzia di management di attori al centro del racconto si sposta da Parigi a Roma, e così le vicende, fra lavoro e vita privata, dei suoi carismatici agenti e dei loro assistenti. Nel cast Michele Di Mauro, Sara Drago, Maurizio Lastrico, Marzia Ubaldi, Sara Lazzaro, Francesco Russo, Paola Buratto, Kaze ed Emanuela Fanelli. Non vediamo l’ora.

Extraordinary
Disney+25 gennaio

Immaginate un mondo in cui tutti sviluppano un superpotere quando compiono 18 anni… tutti tranne Jen, che ormai ne ha quasi 25 e sta ancora aspettando di capire quale sia il suo. Bloccata in un lavoro senza prospettive in un negozio di articoli per le feste, occasionalmente frequenta Luke, un ragazzo singolare con l’irritante capacità di volare. Ma Jen può contare sulla sua BFF Carrie, che è in grado di mettersi in contatto con i morti e le impedisce di crogiolarsi nella sua autocommiserazione.

Litvinenko
Sky Atlantic25 gennaio

Alexander Litvinenko è l’ex ufficiale del Servizio federale per la sicurezza della Federazione Russa e del KGB, la cui morte per avvelenamento da polonio-210 nel novembre 2006 ha innescato una delle indagini più complesse e pericolose nella storia della Metropolitan Police di Londra. La serie segue gli ufficiali di New Scotland Yard che hanno lavorato incessantemente per trovare il responsabile della sua morte. Ah, Litvinenko ha il volto della star inglese David Tennant.

That Dirty Black Bag
Paramount+25 gennaio

Versione seriale dello spaghetti western, creata da un italiano (Mario Aragoni), realizzata da un team creativo italiano, ma co-prodotta da un società canadese e già vista sulle reti americane. Ora questa storia di frontiera starring Douglas Booth e Dominic Cooper arriva anche da noi. Otto lunghi giorni in cui si incontrano e si scontrano due uomini: McCoy (Cooper), uno sceriffo apparentemente incorruttibile dal passato oscuro, e Red Bill (Booth), uno sporco e taciturno bounty killer ossessionato dalla vendetta.

Shrinking
Apple TV+27 gennaio

Dalla banda della pluripremiata Ted Lasso, una nuova comedy su un terapeuta in lutto (interpretato da Jason Segel) che inizia a infrangere le regole: decide di dire ai suoi clienti esattamente quello che pensa, ignorando così la sua formazione e la sua etica e ritrovandosi a causare tumultuosi cambiamenti nella vita delle persone… compresa la sua. Debutto in uno dei suoi primi ruoli televisivi di rilievo per Harrison Ford, 80 anni.