‘Stranger Things’: ebbene sì, il dottor Brenner tornerà

Lo ha dichiarato lo stesso Matthew Modine al Riviera International Film Festival, la rassegna dedicata ai registi under 35.

Ha scritto un post su Instagram dove chiede ai fan di Stranger Things se il dottor Brenner è morto, sta morendo o… sta aspettando. E il 99% delle persone, ha spiegato, è per l’ultima ipotesi. Matthew Modine si racconta al Riviera International Film Festival, dove è ospite per presiedere la giuria della rassegna, dedicata ai registi under 35 e condotta da Marta Perego (Adesso Cinema! – Iris).

L’attore ha anche parlato di Full Metal Jacket, che lo vide protagonista nel 1987: «Abbiamo da poco festeggiato i trent’anni dall’uscita, ed è una pellicola che insegna e fa vedere come qualunque aspetto della vita possa essere trattato con violenza. Dopo aver guardato guerre come quelle in Afghanistan o in Iraq, la speranza è che un giorno questo film ci insegni ancora a guardarci indietro, e a capire gli orrori che l’uomo compie attraverso la guerra. Il sogno, invece, è che un giorno sia la pace a dominare, e che questo film smetta di essere attuale, mostrando unicamente una passata assenza di coscienza».

Ma ovviamente è l’hype per Stranger Things a tenere banco: il suo super cattivo, il dottor Brenner, tornerà? «Il mio personaggio è come una Ferrari. Nonostante quello che è accaduto nel finale della seconda stagione, Brenner è ancora vivo. I fratelli Duffer useranno il mio personaggio come una macchina di lusso ferma in garage, pronta a ripartire al momento giusto».

Leggi anche: