Sophie Turner, la Sansa di ‘Game of Thrones’, ancora non ci crede che sposerà Joe Jonas

E sul destino del suo personaggio nella serie cult HBO ha detto: "Sarà una grande sfida per lei".

Sophie Turner e Joe Jonas hanno iniziato a uscire insieme nel 2016 e hanno annunciato il loro fidanzamento a ottobre 2017, quasi sette mesi fa, con matching post su Instagram. La coppia ha festeggiato la notizia a novembre al ristorante Mamo di New York City con parenti e amici, tra cui Tom Holland, Ashley Graham e i fratelli del cantante dei DNCE Kevin e Nick Jonas. Maisie Williams, la miglior amica di Sophie e co-star di Game of Thrones, sarà una delle damigelle.

Eppure la Turner, 22 anni, quasi non ci crede che presto si sposerà. “Penso ancora, ‘Cavoli, sono fidanzata!'”, ha detto a Marie Claire. “C’è questo strano equivoco sul fatto che essere sposati sia la cosa più grande che ti possa capitare.”

L’attrice, diventata famosissima per il ruolo di Sansa Stark nello show cult di HBO, sa che la felicità lavorativa e quella personale sono due goal molto diversi : “Ho sempre pensato che la mia carriera fosse qualcosa per cui lavoro, e quando raggiungo un risultato, ho la sensazione che sia la cosa più grande che farò nella mia vita “.

“È bello essere fidanzati. Non è come aver conquistato un’obiettivo, ma ho trovato la mia persona, come troverei una casa che amo e in cui voglio rimanere per sempre. C’è un senso di pace che ne deriva “, ha continuato “Ma c’è un impulso che accompagna la tua carriera”.

A proposito del futuro di Sansa nell’ultima stagione Game of Thrones , Sophie aveva già spiegato che (spoiler!), dopo il destino a cui è andato incontro di Ditocorto: “Sarà difficile per lei, perché sentiva che era tutto a posto, Ha riavuto la sua famiglia. Avevano di nuovo il controllo del Nord. Nei nuovi episodi c’è una nuova minaccia e all’improvviso si ritrova come se fosse tornata indietro nel baratro. È una grande sfida per lei, senza l’influenza di Petyr. Questa stagione è più una lotta appassionata che una lotta politica e di manipolazione”.