‘Mektoub, My Love: Canto Uno’, la clip del nuovo film di Kechiche

Dopo la Palma d'Oro a Cannes nel 2013 per 'La vita di Adele', il regista torna con il racconto di una nuova educazione sentimentale nel Sud della Francia.

Dopo la Palma d’Oro a Cannes nel 2013 con La vita di Adele, il regista franco-tunisino Abdellatif Kechiche torna sugli schermi italiani il 24 maggio con il suo nuovo film, Mektoub My Love: Canto Uno, già passato in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia e pensato come prima parte di un trittico.

Liberamente ispirato al romanzo autobiografico La blessure, la vraie di Francois Begaudeau, Mektoub, My Love è una storia di formazione ambientata nel 1994, un’educazione sentimentale nel Sud della Francia, quella del giovane Amin, rientrato nella sua città natale, una comunità di pescatori, per l’estate dopo aver deciso di abbandonare gli studi in medicina a Parigi per assecondare la sua passione per il cinema e diventare sceneggiatore.

Accompagnato dal cugino e dalla migliore amica, Amin passa il suo tempo tra il ristorante di specialità tunisine dei genitori, i bar del quartiere e la spiaggia. Incantato dalle numerose ragazze che lo circondano, Amin ne resta soggiogato scattandole con la sua macchina fotografica, mentre il cugino sciupafemmine si dà all’azione. Ma quando arriva l’amore, solo il destino, il mektoub, può decidere.

Leggi anche: