La Festa del Cinema di Roma 2022 fa il pieno di anteprime | Rolling Stone Italia

Home Cinema & TV News

La Festa del Cinema di Roma 2022 fa il pieno di anteprime

Da divi nostrani come Pierfrancesco Favino, Pietro Castellitto e Matilda De Angelis ai nuovi film di Jennifer Lawrence, Margot Robbie, Christian Bale, Anya Taylor-Joy, Ethan Hawke. E quest’anno torna il concorso

Christian Bale, Margot Robbie e John David Washington in ‘Amsterdam’ di David O. Russell

Foto: 20th Century Fox

La Festa del cinema di Roma cambia direzione (letteralmente: il nuovo presidente è Gian Luca Farinelli e la nuova direttrice artistica Paola Malanga) ma mantiene la vocazione pop anche se, dopo anni, ripristina il concorso dei film.

Oltre al film d’apertura già annunciato (Il colibrì di Francesca Archibugi, tratto dal romanzo premio Strega di Sandro Veronesi e con un cast all-star: Pierfrancesco Favino, Kasia Smutniak, Nanni Moretti, Bérénice Bejo, Benedetta Porcaroli), tantissime le anteprime italiane o europee di alcuni dei titoli più attesi della prossima stagione, da Causeway di Lila Neugebauer, con Jennifer Lawrence, a Amsterdam di David O. Russell, con Christian Bale e Margot Robbie, fino a The Menu di Mark Mylod, con Ralph Fiennes a Anya Taylor-Joy, e passando per produzioni “made in Italy” come Rapiniamo il Duce di Renato De Maria, protagonisti Pietro Castellitto e Matilda De Angelis, e L’ombra di Caravaggio di Michele Placido, starring Riccardo Scamarcio, Louis Garrel, Isabelle Huppert e Micaela Ramazzotti.

E non mancano le serie, vedi i titoli Sky Django – La serie, diretta da Francesca Comencini e ispirata all’icona western, e Romulus II di Matteo Rovere, seconda stagione delle gesta che portarono alla nascita di Roma.

Tra i “recuperi” dai festival precedenti ci sono, dall’ultimo Cannes, la Palma d’oro Triangle of Sadness di Ruben Östlund e Les Amandiers di Valeria Bruni Tedeschi. Il premio alla carriera sarà assegnato a James Ivory, celebre per opere come Camera con vista e Casa Howard, mentre tra le retrospettive è previsto un omaggio a Paul Newman e Joanne Woodward, protagonisti del documentario di Ethan Hawke a loro dedicato (The Last Movie Stars) e anche del poster della Festa di quest’anno.

Ecco il programma completo:

Concorso
Alam di Firas Khoury
El caso Padilla di Pavel Giroud
Causeway di Lila Neugebauer
La cura di Francesco Patierno
Foudre di Carmen Jaquier
Houria di Mounia Meddour
In a Land That No Longer Exists di Aelrun Goette
January di Viesturs Kairišs
Jeong-sun di Jeong Ji-hye
The Hotel di Wang Xiaoshuai
I morti rimangono con la bocca aperta di Fabrizio Ferraro
Ramona di Andrea Bagney
Raymond & Ray di Rodrigo García
Sanctuary di Zachary Wigon
Shttl di Ady Walter
La tour di Guillaume Nicloux

Grand Public
Il colibrì di Francesca Archibugi – Film d’apertura
Luciano Pavarotti, la stella di Gianluigi Toccafondo
Amsterdam di David O. Russell
Astolfo di Gianni Di Gregorio
Bros di Nicholas Stoller
Butcher’s Crossing di Gabe Polsky
Era ora di Alessandro Aronadio
The Lost King di Stephen Frears
The Menu di Mark Mylod
Mrs. Harris Goes to Paris di Anthony Fabian
L’ombra di Caravaggio di Michele Placido
Il principe di Roma di Edoardo Falcone
Rapiniamo il Duce di Renato De Maria
Rheingold di Fatih Akın
La stranezza di Roberto Andò
War – La guerra desiderata di Gianni Zanasi
What’s Love Got to Do with It? di Shekhar Kapur

Freestyle
75 – Biennale Ronconi Venezia di Jacopo Quadri
Amate sponde di Egidio Eronico
Bassifondi di Francesco Pividori
La California di Cinzia Bomoll
Daniel Pennac – Ho visto Maradona! di Ximo Solano
Dario Fo – L’ultimo mistero buffo di Gianluca Rame
Trained to See – Three Women and a War di Luzia Schmid
La divina cometa di Mimmo Paladino
Django – La serie di Francesca Comencini
Enrico Cattaneo, rumore bianco di Francesco Clerici, Ruggero Gabbai
Er gol de Turone era bono di Francesco Miccichè, Lorenzo Rossi Espagnet
Jane Campion, la femme cinéma di Julie Bertuccelli
Jazz Set di Steve Della Casa, Caterina Taricano
The Last Movie Stars di Ethan Hawke
Life Is (Not) a Game di Antonio Valerio Spera
Lola di Andrew Legge
Louis Armstrong’s Black & Blues di Sacha Jenkins
Lynch/Oz di Alexandre O. Philippe
Il maledetto di Giulio Base
Nino Migliori – Viaggio intorno alla mia stanza di Elisabetta Sgarbi
La Paz del futuro di Francesco Clerici, Luca Previtali
Romulus II – La guerra per Roma di Matteo Rovere
Self-Portrait as a Coffee Pot di William Kentridge
Sono Lillo di Eros Puglielli
Souvenir d’Italie di Giorgio Verdelli

Best of 2022
All That Breathes di Shaunak Sen
Les Amandiers di Valeria Bruni Tedeschi
As bestas di Rodrigo Sorogoyen
Corsage di Marie Kreutzer
Coupez! di Michel Hazanavicius
L’envol di Pietro Marcello
L’innocent di Louis Garrel
Klondike di Maryna Er Gorbach
Mamma contro G.W. Bush di Andreas Dresen
Triangle of Sadness di Ruben Östlund
Boy from Heaven di Tarik Saleh

Proiezioni speciali
Les années Super-8 di Annie Ernaux, David Ernaux-Briot
A Cooler Climate di James Ivory, Giles Gardner
Good Morning Tel Aviv di Giovanna Gagliardo
Kill Me If You Can di Alex Infascelli
Confine di Alice Tomassini
Ora tocca a noi – Storia di Pio La Torre di Walter Veltroni
Polański, Horowitz. Hometown di Mateusz Kudła, Anna Kokoszka-Romer
Ritratto di regina di Fabrizio Ferri
Rules of War di Guido Hendrikx
Umberto Eco – La biblioteca del mondo di Davide Ferrario
Via Argine 310 di Gianfranco Pannone