‘Isola dei Famosi’, Giucas Casella vincitore morale di tutte le edizioni del mondo

Il paragnosta più amato dagli italiani è costretto a tornare in patria. Ma non importa, il segno che ha lasciato è ormai indelebile. Le pagelle dell'ultima puntata del reality più trash della tv.

La vera novità di questa edizione dell’Isola è la presenza della macchina della verità dalla D’Urso per fare luce sullo scandalo Moffo-Monte. L’accecante Barbara ha preteso anche l’intervento di un criminologo, di un esorcista e del Ken umano. Strano che non abbiano pensato pure a un profiler di gran fama a corredo del tutto, non so, Clarice Sterling, il commissario Lo Gatto, Ellery Queen. Tutto questo polverone scatenato da una cannetta sfigata, chiamata in questo caso enfaticamente “laddroca”, ma si sa, per alzare l’audience di un paio di tacche è lì che si va a parare, a volte il meteo escatologico non basta.

Ma non ci interessa, perché alle 23.41 circa, a disintegrare ogni regola del buon senso televisivo e a scardinare i pilastri sui quali è fondata la nazione tutta, arriva l’enorme, il grandissimo, il fantascientifico Giucas Casella, che, sfiga delle sfighe, è costretto, subito dopo una performance terrificante, ad abbandonare l’Isola per colpa delle costole trasandate. Il paragnosta arriva in spiaggia, ipnotizza nuovamente la Cipriani, la irrigidisce, le salta sugli addominali, urla qualsiasi cosa in camera e poi, rullo di tamburi, aggiunge, rivolgendosi allo studio: “avevo gli ormoni a palla, ho risolto con un cinque contro uno”. Le cazzate stanno a zero, ha detto proprio così, cinque contro uno, e si aggiudica istantaneamente in maniera netta, eroica e definitiva, questa edizione dell’Isola dei Famosi. Del resto, di qualsiasi cosa accada nel mondo, non ce ne impippa più una pippa, le nomination, la neve a Roma, Studio Aperto, le imminenti elezioni, le sfilate di Gucci con testa da passeggio, il duello Napoli-Juve, la mise del Grande Bossari. Rendiamo dunque omaggio al maestro Giucas, che Uri Geller non gli porta nemmeno il trolley, per tutto quello che ci ha regalato in queste palpitanti settimane carnevalesche. Il Pagellone.

Il Commissario Terlizzi Voto: 4

Ogni volta che lo nominano perde completamente la testa e si trasforma nel Maigret di Bitonto. Le sue indagini non danno tregua agli altri ospiti di Cayos Cochinos, rompe le balle a chiunque, si incazza, si scusa, e va avanti così per tutta la settimana. Il suo cavallo di battaglia è l’interrogatorio frontale al tramonto, durante il quale, prima di scoprire il colpevole, crolla in lacrime come un bambino dell’asilo. Al pubblico piace, a noi molto meno.

La Cipri Voto: 9

Dalla Nasa fanno sapere che la studiano ormai da alcuni anni. O è un genio con un punteggio di 1000 sulla scala Einstein-Edison, oppure riesce a tirare avanti la carretta senza che nessuna parte del cervello funzioni. In entrambi i casi al Kennedy Space Center di Cape Canaveral non nascondono l’intenzione di provare a spedirla su Marte, perché dove la metti la metti, lei, pur non battendo chiodo, riesce comunque a portare a casa la pagnotta

Bianca Atzei Voto: 6

La punizione gemellare che la associa a Madre Natura non scoraggia il romanticismo della cantante milanese, che dopo essersi tolta nottetempo le catene che le ingabbiavano l’animo compresso da una solitudine non voluta, si appiattisce contro la notte a contare le stelle accarezzando l’idea di un nuovo amore. Spettegola però a livelli poco degni di Prevert.

Gaspare Voto: 7,5

Commuove il pubblico catodico con la richiesta di matrimonio alla sua splendida fidanzata. Primeggia con un paio di battute di livello e, nonostante abbia un master in rottura di coglioni, aumenta la media in scioltezza.

Elena Voto: 6,5

Tira un paio di polemiche animando la routine in Playa, poi, in un finale pirotecnico denso di emozioni, urla e strepiti, si scaglia contro tutto e tutti, in particolar mondo addosso a Bianca Atzei, ed è un miracolo se la corrida non sfocia in rissa. Si incazza per essere stata mandata al televoto, ma soprattutto per il suo cachet troppo basso.

Il Mimo Simone Voto: 9

Specializzato in pose plastiche, ricerca di lumache e mostri marini in miniatura, non commette atti impuri durante il soggiorno sulla Isla Bonita, dove avrebbe anche potuto figliare, ma si ingolfa di caffè, pasta al sugo e pasticcini. Intreccia strani nastrini di foglie esotiche per i capelli e la notte canta con voce radiosa, ammosciando quel che rimane del resto della ciurma. E’ anche caro al Grande Bossari, per questo lo tifiamo.

Jonathan Voto: 7

Lo stilista-pescatore riesce ad andare d’accordo con tutti, tra un pesce ratto e un’anguilla dei Sargassi rilascia, come i veri vip, un’intervista confessionale dietro l’altra dove randella random e senza pietà. Piano piano si è ritagliato un ruolo importante nel gruppo di derelitti dissociati che svernano ai Caraibi, specialmente in qualità di giudice universale di culi femminili isolani.

Amaurys Voto: 7

Sta scantonando sempre di più, si vede che ha perso il controllo della situazione. Un tempo favorito, ora è in netta competizione con il Mimo Simone del quale è la nemesi. Speriamo regga fino alla fine senza andare fuori di testa, a tratti ha lo stesso sguardo di Palla di lardo in Full Metal Jacket.

Madre Natura Voto: 7

Un po’ a sorpresa viene mandata a casa, aveva dimostrato un certo carattere, nonostante le sue attestazioni d’amore recenti riferite a Francesco Monte, una roba che sa un po’ di puttanata. La spediscono, a corto di concorrenti, a riabilitarsi su una nuova Isola dove ritrova Il Conte Nardi e presto arriveranno anche Nadia Rinaldi e la Capriotti. Vedremo.

Ferri Voto: 6

L’argentino ha adottato una tattica di allontanamento ascetico che, un po’ alla volta, sta pagando in termini di simpatia: meno parla meglio è. In questo momento sta cazzeggiando in qualità di mejor nel Resort Bonita pasteggiando con Jonathan. Un mondo di gioie.

Rosa Voto: 5

E’ lì, se si nascondesse nel bosco e tenesse la bocca chiusa aumenterebbe in qualche modo la possibilità di non stare sulle palle alla maggior parte del pubblico, per ora se per caso la nominano ritorna in Italia di gran carriera.

Giucas Voto: 10

A un certo punto prende letteralmente in mano la situazione. Per noi è il vincitore morale dell’Isola e di tutte le Isole del mondo. In alcuni momenti, e fa ridere solo a pensarlo ma è vero, addirittura commuove. Il fatto che rientri in patria è ormai irrilevante, lascia il segno indelebilmente, change o non change, speriamo che in qualche modo rientri e ci delizi con l’ammissione di una bimane esoterica.

La Marcuzzi Voto: 6

Incazzata nera, se difende con piglio corsaro, si intuisce un odio feroce nei confronti di Eva Henger, che, come tutti sappiamo, in un moto di permaloso fervore ha mandato a rotoli baracca e burattini. Questa volta è sufficiente.

Mara Venier Voto: 7

Ciarliera, tiene banco con il tipico atteggiamento da osteria garibaldinache la fa amare. Paillettes o meno spoilerizza qualsiasi cosa fin dalle prime battute e riempie gli spazi vuoti con mestiere.

De Martino Voto: 8

Dopo l’epopea del Betta, noto tombeur de femmes toscano, ecco un nuovo bonazzo cui si chiede di presentare dall’Honduras. Ha gli occhi da buono e pare totalmente svagato, forse nemmeno lui sa di essere lì, eppure c’è. Per fortuna valà.

Il Grande Bossari Voto: 10

D’un tratto chiede a Madre Natura : “ma il tuo amore per Monte è reale o si tratta solo di tanto fumo e poco arrosto?” E però con che coraggio ci regala questa stronzata, con che charme, solo lui può, fasciato da una giacca molto sobria, dire quello che vuole. Al di là dello scherzo, si distingue sempre per acume e lucidità, speriamo che il suo ruolo da opinionista sia solo un trampolino di lancio verso momenti televisivi più consoni. E’ sempre il migliore.