Il regista premio Oscar Paul Haggis arrestato in Italia per violenza sessuale | Rolling Stone Italia
Home Cinema & TV News

Il regista premio Oscar Paul Haggis arrestato in Italia per violenza sessuale

Autore di ‘Crash’ e sceneggiatore di ‘Million Dollar Baby’, si trovava a Ostuni ed è stato accusato da una donna non italiana che al momento resta anonima. Ecco che cosa sappiamo

Paul Haggis

Foto: Jared Siskin/Patrick McMullan via Getty Images

Paul Haggis, regista di Crash – Contatto fisico (miglior film agli Oscar 2005) e sceneggiatore di Million Dollar Baby di Clint Eastwood (che gli valse una statuetta l’anno prima per la sceneggiatura, è stato arrestato in Italia per violenza sessuale e lesione personale da una donna che al momento resta anonima.

L’arresto è avvenuto a Ostuni, in provincia di Brindisi. Haggis si trovava in Puglia per tenere delle masterclass nell’ambito dell’Allora Fest, una nuova manifestazione organizzata dalla giornalista cinematografica italiana Silvia Bizio e del critico d’arte spagnolo Sol Costales Doulton che si terrà dal 21 al 25 giugno.

L’accusa contro Haggis è di aver costretto una donna di nazionalità non italiana ad atti sessuali senza il suo consenso. Bizio ha confermato l’arresto e, insieme al co-direttore, ha «immediatamente proceduto a cancellare qualsiasi tipo di partecipazione del regista all’evento». «Vogliamo inoltre esprimere piena solidarietà nei confronti della donna coinvolta», hanno aggiunto gli organizzatori.

«I temi scelti per il festival sono, tra gli altri, quello dell’uguaglianza, della parità di genere e della solidarietà», prosegue la nota dell’Allora Fest.

Secondo il report della polizia italiana, la presunta vittima, dopo essere stata aggredita, è stata portata da Haggis all’aeroporto di Brindisi all’alba e abbandonata lì da sola, «in condizioni fisiche e psicologiche molto instabili».

La donna, che si trovava «in uno stato confusionale», è stata assistita dal personale dell’aeroporto, per poi essere scortata negli uffici della polizia. Gli agenti l’hanno quindi portata all’ospedale Perrino di Brindisi, dove è stato attivato il “codice rosa” riservato alle vittime di stupro.

Haggis era stato già denunciato nel 2018 dalla publicist Haleigh Breest, che lo aveva accusato di violenza sessuale dopo una prima cinematografica nel 2013. Altre tre donne dopo di lei hanno accusato il regista di aggressione sessuale.

Il processo italiano previsto per l’ultima accusa non ha ancora una data, causa ritardi per Covid.

Altre notizie su:  Paul Haggis