Il documentario su Whitney Houston ha una data d’uscita (almeno negli USA)

È l'unico film ufficialmente supportato dagli eredi della cantante: «Per raccontare la storia di Whitney, devi conoscere la sua storia» ha detto Patricia Houston, ex manager e cognata della star scomparsa nel 2012.
Foto IPA

Foto IPA


Whitney, il documentario sulla vita e l’eredità di Whitney Houston diretto dal premio Oscar Kevin Macdonald (One day in September), arriverà nei cinema americani il 6 luglio. Per l’Italia purtroppo non si conosce ancora la data di uscita del lungometraggio, “un resoconto intimo e definitivo della vita e della carriera della superstar” e “l’unico film ufficialmente supportato dagli eredi della cantante” hanno dichiarato Miramax e Roadside Attractions.

“Mi sono avvicinato alla vita di Whitney come a una storia misteriosa; perché qualcuno tanto talentuoso e bello si è autodistrutto in modo così pubblico e doloroso? Ho avuto la fortuna di avere il sostegno di Pat Houston e degli eredi della cantante in questa ricerca”, ha detto in un comunicato il regista Macdonald “Mi hanno affidato le ‘chiavi del caveau’ e mi hanno lasciato completamente libero di seguire la storia ovunque andasse”.

Oltre a ripercorrere la discografia da oltre 200 milioni di dischi venduti in tutto il mondo – il film include registrazioni inedite, filmati mai visti prima della vita personale della Houston e performance dal vivo. Il regista ha avuto accesso agli archivi della famiglia e per questo il documentario include anche filmati casalinghi che mostrano l’icona del pop con amici, parenti e collaboratori.

Dopo anni di lotta con l’abuso di sostanze, la Houston è morta l’11 febbraio 2012 a causa di un annegamento accidentale nella vasca da bagno di un hotel. Il coroner della contea di Los Angeles in seguito ha scoperto che “gli effetti della cardiopatia aterosclerotica e l’uso di cocaina” hanno contribuito alla sua morte.

“Per raccontare la storia di Whitney, devi conoscere la sua storia. Non potremmo essere più entusiasti del fatto che i fan di Whitney avranno questo documentario autorevole e definitivo che racconta l’intero arco della sua carriera e la portata della sua vita“ ha dichiarato Patricia Houston, ex manager, cognata di Whitney ed esecutore della sua eredità. “Questa è una straordinaria retrospettiva che celebra Whitney con immagini inedite. Kevin cattura tutta la magia di Whitney e non ignora i momenti difficili. Questo è un film che appassionerà tutti coloro che l’hanno conosciuta e amata come musicista, attrice, modella e molto altro ancora“.

La figura della Houston aveva già ispirato il film Lifetime diretto da Angela Bassett, Whitney, interpretato dall’ex concorrente di America’s Next Top Model Yaya DaCosta, e il documentario Whitney: Can I Be Me, presentato al Tribeca Film Festival lo scorso anno e andato in onda su Showtime ad agosto.

Leggi anche: