‘I segreti di Wind River’, la clip del film con le musiche di Nick Cave e Warren Ellis

La pellicola ha vinto il premio per la Miglior Regia all’ultimo Festival di Cannes nella sezione 'Un Certain Regard' e arriva al cinema il 5 aprile.

«Quando ho iniziato a pensare al mio primo film come regista, volevo che fosse la conclusione di una trilogia tematica che esplora la moderna frontiera americana. Partendo dall’epidemia di violenza lungo il confine statunitense/messicano in Sicario e poi passando al divario tra immensa ricchezza e povertà nella Comancheria del Texas in Hell or High Water, I segreti di Wind River è il capitolo finale di questa trilogia». Così Taylor Sheridan (già sceneggiatore di Sicario e Hell or High Water) racconta il suo esordio dietro la macchina da presa, un thriller neo-western che esplora forse l’aspetto più tangibile della frontiera e il più grande fallimento degli USA: la riserva dei nativi americani.

Wind River è un luogo brutale, dove il paesaggio stesso, l’inverno permanente del Wyoming centrale, è un antagonista. Jeremy Renner interpreta un cacciatore solitario che, durante un’escursione tra le nevi, ritrova il corpo senza vita della figlia di un caro amico. Mosso da un passato misterioso decide di unirsi alla giovane agente FBI Jane Banner (Elizabeth Olsen) in una pericolosa caccia all’assassino nel silenzio dei ghiacci.

La colonna sonora del film, di cui avete un assaggio nella clip in anteprima, è di Nick Cave e Warren Ellis, che avevano anche composto le musiche di Hell or High Water. Anche se Cave ed Ellis hanno suonato insieme nei Bad Seeds dal 1995, la loro carriera come compositori di colonne sonore è sbocciata solo un decennio dopo. Dal 2005 creano partiture cinematografiche e teatrali elegantemente minimaliste, meravigliosamente belle e immediatamente riconoscibili. Pieni di luce e ombra, terrore e desiderio, i loro suoni strumentali iniettano un’umanità dolorante in queste spettrali città di frontiera, in quei paesaggi desertici e nelle zone di guerra post-apocalittiche. La maggior parte dei suoni è costruita con il pianoforte, intrecciata alle melodie di violini, con l’uso sporadico di chitarra, flauto, mandolino e percussioni. Anche se senza un testo, sono sempre liriche.

I segreti di Wind River, che ha vinto il premio per la Miglior Regia all’ultimo Festival di Cannes nella sezione Un Certain Regard, arriva al cinema il 5 aprile.