È tornato (più o meno) Ivan Urgant, quello di ‘Ciao 2021’ | Rolling Stone Italia
LO VOGLIAMO A SANREMO 2023

È tornato (più o meno) Ivan Urgant, quello di ‘Ciao 2021’

Niente matti festeggiamenti italianski di fine anno, ma una vecchia fiaba musicale russa che è stata pubblicata da un cinema online e poi rimossa. Ecco il video integrale

Ivan Urgant col cast di 'The Incident in the Country of Multi-Pulti'

Foto: un particolare della locandina del programma

Niente Ciao 2022. Con l’aria che tira, e dopo le prese di posizione contro la guerra in Ucraina, Ivan Urgant è sparito dalla tv russa. Non ha quindi messo in piedi uno show di fine anno come quelli che hanno salutato il 2020 e il 2021 con un mix di omaggio e parodia all’italianità più stereotipata, al nostro pop melodico, alla nostra tv, al nostro trash anni ’80.

Negli ultimi mesi Urgant è stato parco di informazioni anche sui social. Dopo il post del 24 febbraio su Instagram, un quadrato nero con la scritta «Paura e dolore. NO ALLA GUERRA», ha postato poche immagini, tra cui un selfie a marzo accompagnato dalla dida «Non fatevi prendere dal panico. Mi hanno lasciato andare in vacanza, tornerò presto».

Il 31 dicembre però è successo qualcosa di inatteso. Urgant è apparso a sorpresa in uno spettacolo online di cui è co-protagonista (con Sergey Burunov, Danila Kozlovsky, Ekaterina Varnava, Alexander Gudkov e altri). A quanto parte, il suo nome è stato annunciato all’ultimo momento. Ha anche pubblicato una nuova foto su Instagram in cui indossa una maglietta con la scritta “No Comment” e la dida: «Ragazzi, quasi dimenticavo. Non ci si vede spesso, ma questo non cambia la cosa più importante: vi voglio bene».

La rappresentazione in questione è Происшествие в стране мульти-пульти, titolo che in inglese viene tradotto come The Incident in the Country of Multi-Pulti, una fiaba musicale pubblicata nei primi anni ’80 su vinile dalla Melodiya, l’etichetta di stato dell’Unione Sovietica. Non a caso, l’adattamento a cui ha partecipato Urgant è realizzato nello stile dei vecchi programmi tv per bambini.

La storia con le musiche di Boris Savelyev e Alexander Flyarkovsky è basata (secondo quanto riporta la pagina russa di Wikipedia) sull’omonima opera teatrale di Arkady Khait e Alexander Levenbuk del 1973. Si racconta di vari cattivi dei cartoni animati che uniscono le forze. Urgant interpreta Karlsson, personaggio basato sulle opere di Astrid Lindgren, l’autrice di Pippi Calzelunghe. Karlsson ha una elica sulla schiena. «Forse non sono volato via del tutto», aveva detto non a caso Urgant a proposito del ritorno.

Ritorno che non è durato molto. Secondo quanto riportano varie fonti, lo show è stato pubblicato sul sito del cinema online Kion (qui sopra la locandina), per poi essere stato rimosso senza alcuna spiegazione. «Non so perché sia stato eliminato», ha detto Urgant a RBC TV. È comunque reperibile su YouTube (vedi sotto).

I commenti di molti utenti russi su YouTube si dividono tra un senso di nostalgia e tenerezza per la vecchia favola e l’idea che riproporla oggi, durante la guerra in Ucraina, abbia un significato politico nascosto.

A questo link c’è la nostra intervista a Urgant realizzata dopo Ciao 2020. «Datemi una bici, mi aspettano a Sanremo!», diceva scherzosamente. Amadeus, pensaci.

Altre notizie su:  Ivan Urgant