È morto Verne Troyer, il Mini Me di Austin Powers

L'attore aveva 49 anni ed era ricoverato in gravi condizioni, combatteva contro l'alcolismo

Verne Troyer, l’attore celebre per il ruolo di Mini Me interpretato nella serie di film Austin Powers, è morto dopo alcuni giorni di ricovero in gravi condizioni in un ospedale di Los Angeles. Aveva 49 anni. Secondo la ricostruzione della stampa americana, l’attore soffriva di depressione e il rapporto della polizia parlerebbe di avvelenamento da alcol. La famiglia ha rilasciato un comunicato:

«Con grande tristezza e cuori incredibilmente pesanti vi scriviamo che Verne se n’è andato. Era una persona incredibilmente amorevole. Voleva che tutti sorridessero, che fossero felici. Ha ispirato persone di tutto il mondo con la sua determinazione: al cinema, in tv, su YouTUbe, nelle fiere, era sempre presente per dimostrare a tutti di cosa era capace. I suoi genitori, all’inizio, temevano che a causa della sua statura non sarebbe riuscito ad aprire le porte, ma lui solo con le sue forze ne ha conquistate moltissime, sia per lui che per gli altri. Era un combattente, e non si arrendeva nonostante le sconfitte. […] La depressione è un problema molto serio. Spesso non abbiamo idea delle battaglie che le persone attorno a noi combattono interiormente. Siate gentili con gli altri, e sappiate che non è mai troppo tardi per offrire il vostro aiuto».

La famiglia, infine, ha invitato a contribuire con una donazione alle due fondazioni supportate da Verne: la Starkey Hearing Foundation e Best Buddies.