‘Chiamami col tuo nome’, Hammer: «Guadagnino ci ha parlato dei dettagli del sequel»

«Ci ha raccontato l'intero script. Non è una sceneggiatura completa, ma ha già ideato tutto. Luca è incredibilmente entusiasta e, se lo realizzerà, penso che saremo tutti entusiasti quanto lui».

Dopo il successo mondiale di Chiamami col tuo nome, il pubblico non vede l’ora di ritrovare Elio e Oliver sul grande schermo. E Luca Guadagnino è al lavoro con André Aciman, autore del romanzo su cui è basato il film, per adattare e aggiornare l’epilogo del libro, immaginando un futuro per la storia e i personaggi. Al momento nel sequel non sarebbe coinvolto James Ivory, vincitore dell’Oscar per la sceneggiatura non originale della pellicola.

Guadagnino ha parlato del progetto la scorsa settimana, condividendo i dettagli di una trama ambientata negli anni ‘90 sullo sfondo della crisi dell’AIDS e che seguirebbe gli ex amanti in giro per il mondo. Ovviamente ha confermato di volere di nuovo Timothée Chalamet e Armie Hammer (chi altri?) a interpretare i loro personaggi, permettendo agli attori di invecchiare naturalmente con gli anni, in modo simile alla trilogia di Before di Richard Linklater. «Ci ha raccontato l’intero script. Non è una sceneggiatura completa, ma ha già ideato tutto. Luca è incredibilmente entusiasta e, se lo realizzerà, penso che saremo tutti entusiasti quanto lui» ha spiegato Hammer a margine dei Texas Film Awards.

L’attore ha detto che si aspetta di rimanere una figura importante nella storia, ma che sarebbe disposto a tornare anche per una piccola parte: «L’esperienza del primo film è stata così pura e meravigliosa che non mi importerebbe la grandezza del mio ruolo. Se fossero coinvolte le stesse persone, lo girerei di nuovo».

Chiamami col tuo nome è già diventato un cult contemporaneo, come dimostrato dall’entusiasmo nei confronti delle notizie sul sequel: «Non ce lo aspettavamo, abbiamo fatto questa pellicola e non sapevamo come sarebbe stata accolta. Ci abbiamo messo i nostri cuori e le nostre anime».

Leggi anche: